Tu sei qui

Riverniciare i mobili del camper

Scegli una categoria

Il nostro amico Gian Franco ha deciso di riverniciare in autonomia i mobili del suo camper, donando agli interni un’estetica completamente nuova e fresca

L’anno scorso ho iniziato a rinnovare gli interni del mio camper. Tantissimi i vari lavori che ho effetuato. Tra essi, uno riguarda la riverniciatura dei mobili. Un cambiamento di colore che ha stravolto (in positivo) anche l’aspetto generale del veicolo.

Fase uno
Prima di tutto ho smontato i pannelli che volevo riverniciare e li ho fissati a un piano di lavoro con dei morsetti. Dopodiché, con molta pazienza, li ho carteggiati con la massima precisione utilizzando dapprima una levigatrice con carta vetro a grana 220 e, una volta terminato questo primo passaggio, rifinendo l’intera superficie direttamente a mano sempre con carta di vetro a grana 220. Fare attenzione a non tralasciare i bordi e gli spigoli. Foto da 1 a 8.

Fase due
A questo punto ho utilizzato un diluente antisiliconico, un solvente perfetto per eliminare tracce di silicone, cere, pasta abrasiva e Polish anche da superfici preverniciate. Non intacca né opacizza i pezzi verniciati. Io ho usato un prodotto a marchio Italchimici Group. Ho bagnato con questo prodotto un tessuto e ho iniziato a pulire per bene tutta la superficie carteggiata. Foto 9.

Fase tre
Passiamo allo stucco antiruggine: diamo quindi una prima mano di fondo con un primer. Io ho utilizzato lo spray grigio Berth e ho coperto con attenzione l’intera superficie. Lasciamo asciugare qualche ora e provvediamo poi alla lisciatura dei pannelli verniciati con grana 400 o più sottile. Fare attenzione a mantenere una “mano leggera” per non rovinare il fondo appena dato. Dopodichè ho ripetuto la pulizia con diluente antisiliconico. Foto 10 e 11.

Fase quattro
A questo punto passiamo alla verniciatura vera e propria. Io ho passato due mani di smalto poliuretanico bicomponente per legno da interno con una pistola a spruzzo ad aria compressa. Un’accortezza: per evitare evidenti “segni” da spruzzo ho prima effettuato passate orizzontali cercando di evitare di sovrapporle, dopodiché ho effettuato passate verticali. Foto 12 e 13.

Fase cinque
Lasciato asciugare il tutto per 24 ore circa, ho provveduto alla finitura con trasparente poliuretanico bicomponente semi-opaco. Una volta asciugato completamente, è possibile rimontare i vari pannelli in sede. Foto da 14 a 16.

Materiali e costi
Carta vetrata 220 + 400 = 5,00 euro
Diluente antisiliconico 1 lt = 5,00 euro
6 bombolette Primer grigio = 21,00 euro
Smalto poliuretanico bicomponente 5 lt = 35,00 euro
Catalizzatore poliuretanico 2,5 lt = 25,00 euro
Diluente poliuretanico 1 lt= 6,50 euro
Bombolette smalto acrilico colore marrone = 15,00 euro
Trasparente poliuretanico bicomponente 5 lt = 30,00 euro
Catalizzatore x trasparente 2,5 lt = 18,00 euro
Diluente poliuretanico 1 lt= 6,50 euro
Pistola x verniciatura = 20,00 euro
Compressore 50 lt già in mio possesso.
TOTALE 187,00 euro, arrotondiamo a 200,00/250,00 euro per mettere in contro eventuali dimenticanze.

Tempi
Considerando il tempo di smontaggio e montaggio mobili, il tempo di asciugatura del Primer, dello  smalto e del trasparente, ci vogliono almeno 4/5 giorni lavorando da soli per 3/4 ore al  giorno

 

Categoria: 
Autore: 
Gian Franco Florese