Tu sei qui

Ristrutturazione totale in fai da te della toilette su Hymer B644

Scegli una categoria

Un “vecchio” Hymer B644 ancora in ottimo stato ha bisogno di un restyling nella zona bagno, che misura poco meno di 1 mq risultando davvero scomoda. Con una spesa di poco superiore alle 1000 euro, la ristrutturazione regala spazio, luminosità, comodità e persino una doccia con sorpresa

È un dato di fatto che i camperisti (soprattutto gli italiani) prestino particolare attenzione alla toilette, che per essere soddisfacente dovrebbe avere zona wc/lavabo e zona doccia separate, spazio sufficiente ad accogliere persone alte e corpulente, qualità, robustezza ed estetica appagante. Se questi requisiti vengono meno e la toilette non soddisfa, in fase di acquisto si è persino disposti a rivolgere la propria attenzione verso altri mezzi. Se invece il camper lo si ha già e se la passione nei suoi riguardi è viva nonostante il veicolo sia datato, allora il discorso cambia. In queste pagine parliamo della completa ristrutturazione del bagno di un Hymer Hymermobil B644 di 25 anni, che amiamo così tanto da “non vedere” i suoi handicap. Parliamo di un motorhome eterno con un’estetica ancora piacevole e ben riconoscibile. In soli 6,8 m nasconde una potenzialità oggi difficile da trovare perché parliamo di un panzer tedesco omologato 6 posti.

La toilette oggi
Malgrado gli anni di servizio, il mezzo dà pochi segni di cedimento. Persino nella zona toilette: il wc Thetford funziona ancora perfettamente ed è dotato della sua cassetta estraibile originale, mentre le plastiche interne del lavabo e dei mobiletti non hanno crepature o punti di usura tangibili. Più di tutti ha subito il passare del tempo il pavimento/piatto doccia che oggi presenta un foro rattoppato, probabilmente causato dalla caduta di qualche oggetto.

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644 Nato con un bagno con doccia integrata, dalla pianta più da caravan che da camper, il b644 ha sempre avuto un deficit in questa zona: meno di 1 mq (esattamente 100x84 cm) con un’altezza nella parte doccia di soli 180 cm. Il lavabo invade pesantemente l’area doccia, includendo nel rubinetto una scomodissima cornetta/doccino estraibile. La tendina interna rende l’operazione doccia una vera impresa. Ultimo grande difetto: l’assenza della finestra in virtù di un oblò con oscurante e zanzariera. I lati positivi di questo ambiente sono pochi: il pratico wc Thetford con cassetta estraibile dall’esterno, i due grandi specchi e i due comodi mobiletti. Decidiamo quindi di rimboccarci le maniche e ristrutturare completamente la zona salvando lo specchio di sinistra e il mobiletto alto. Tutto il resto viene smontato e ricostruito cambiando le disposizioni e le altezze per recuperare quanti più cm possibile.

Prima di iniziare
Prima di avviare i lavori, facciamo numerose prove e simulazioni. Una volta trovata online la brochure Hymer del 1990 con la pianta del b644, iniziamo le prime progettazioni. Il consiglio è quello di realizzare dime in cartone per simulare gli ingombri degli elementi per verificare la fattibilità del progetto. Importante è poi la scelta delle priorità: in questo caso l’obiettivo è avere un wc con seduta simile a uno di casa e una doccia che ci consenta di lavarci agevolmente. A seguire, conviene fare un’ipotesi di spesa: l’acquisto di materiali di qualità costa caro e con un mezzo di 25 anni c’è da mettere in conto che, una volta avviati i lavori, saltino fuori problemi al momento nascosti.

La scelta dei materiali
Vista la soddisfacente resa, decidiamo di restare sul marchio Thetford per il wc e optiamo per il modello base C200-CS con cassetta estraibile da 17 lt e tazza girevole. Per il lavandino la scelta ricade su un moderno lavabo tondo inox specchiato di soli 30 cm di diametro con top realizzato su misura. Per la doccia decidiamo di strafare, ma vi sveleremo alla fine cosa abbiamo deciso di montare. Totalmente a nuovo il pavimento, le tubazioni dell’acqua calda e fredda con un collettore di tipo civile per un flusso d’acqua continuo e stabile, oltre allo scarico per la doccia ricavato nel pavimento con pompa di sentina per il rilancio dell’acqua nel serbatoio. Inalterata l’illuminazione che già tempo addietro avevamo reso a LED con unica modifica delle accensioni all’esterno del bagno anziché tramite uno scomodo interruttore a bordo plafoniera che ultimamente dava segni di cedimento.

Si apre il cantiere
Partiamo scaricando tutta l’acqua dell’impianto, spalanchiamo tutti i rubinetti sulla posizione calda, apriamo la valvola di sicurezza del boiler e la valvolina acqua. Rimuoviamo la porta del bagno per avere più libertà di movimento e cominciamo lo smontando dell’arredamento, cercando i fissaggi delle plastiche dei mobiletti e del lavabo. Bisogna fare attenzione a non forzare le plastiche: sono ancora perfette ma rese oramai dure dal tempo e, poiché non siamo ancora sicuri che tutte le trasformazioni saranno possibili, ci teniamo a non creare danni in caso di retromarcia nei lavori. Rimosso il mobiletto lavabo, estraiamo il wc Thetford. Moltissime le viti sparpagliate ovunque per tenere assemblati i pezzi ma tutte scrupolosamente nascoste. Dimostrazione che già 25 anni fa Hymer prestava un’attenzione maniacale a rifiniture ed estetica. Le prime sorprese ci confermano che stiamo facendo bene a intraprendere questo cammino: piletta del lavabo crepata con evidente perdita, giunta dell’acqua calda al rubinetto/doccino che tiene per miracolo, collegamenti elettrici del vecchio sistema del rubinetto con fili scoperti e alimentati (foto 3).
Arriviamo al piatto pavimento in plastica (foto 4), lo smontiamo per scoprire cosa ci aspetta sotto. Il vecchio piatto doccia è incastrato al millimetro, riusciamo finalmente a toglierlo e sotto troviamo un castello di pedane e sostegni realizzati in legno, una valanga di viti e moltissime clips sparate a pistola. Nel levare tutto ciò, è inevitabile rompere la struttura, per cui non possiamo più tornare indietro.

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644 Arriviamo al pavimento ricoperto di linoleum (foto 5). Il parafango in plastica invade lo spazio e ci avverte che saremo anche noi costretti a sovrastarlo per poterlo nascondere. Tanta polvere, segni di qualche innocuo trafilaggio di acqua oramai asciutto, il passaggio della canalizzazione dell’aria e tutti i cavi delle alimentazioni. Un passaggio di cavi del segnalatore del serbatoio acqua ausiliario e la posizione della bocchetta aria ci preannunciano spostamenti, rattoppi e stuccature. Ci spaventava l’idea di trovare qualche disastro ma tutto fila liscio.

Parte la ricostruzione
Iniziamo la ricostruzione dal pavimento, realizzando una base in legno di compensato stratificato di 15 mm con gli adeguati supporti laterali di sostegno (foto 6 e 7). L’altezza è simile alla precedente ma prevediamo una zona più bassa, simile a una botola, che servirà per incrementare l’altezza utile in doccia.

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644Guadagniamo ben 12 cm con questa trovata, che d’altro canto non ci permette più di usare il vecchio sistema di scarico doccia. Ne realizziamo uno nuovo direttamente nel pavimento che finisce sotto il motorhome (foto 8), con una vasca di recupero e relativa pompa di sentina per il rilancio dell’acqua nel serbatoio. Realizziamo il sistema di rilancio dell’acqua con l’ausilio di una pompa di sentina di tipo nautico con galleggiante incorporato, fissata dentro una comune bacinella di plastica. In serie alla pompa, una valvola di non ritorno per evitare che l’acqua tornando indietro inneschi la pompa in un continuo on/off (foto 9 e 10).

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644Con il nuovo piano pavimento, iniziamo a fare prove di ingombro con il nuovo wc e lo spazio destinato alla doccia. Abbiamo preferito dare una leggera diagonale al wc Thetford per riuscire a ricavare uno spazio adeguato al nuovo lavello, che dovremo creare ex novo visto che in rete non abbiamo trovato nulla che calzi (foto 11 e 12). Ci sbizzarriamo così in geometrie sinuose per donare nuova armonia all’ambiente. Tagliamo, inchiodiamo e incolliamo il legno compensato a strati e irrobustiamo il piccolo top in zona miscelatore, creando una costola di appoggio alla parete.

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644 Diamo due mani di guaina liquida e due di vernice all’acquaragia che resiste di più in zone bagnate. Concludiamo incollando un bordino di plastica per dare un briciolo di rifinitura.

Disastri in agguato
Il vecchio impianto idraulico era realizzato con una singola mandata d’acqua fredda che, partendo dalla pompa Fiamma, si distribuiva con dei T. Smontando la pompa acqua, si è spezzato il dado fermagomma in plastica della mandata, forse logorato dal tempo. Dopo aver cercato senza successo il ricambio, abbiamo ovviato al problema optando per un nuovo collettore di distribuzione realizzato a più vie (foto 13 e 14).

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644Se i nostri calcoli sono giusti, tutto il sistema idraulico ne dovrebbe trarre giovamento: un miglior flusso d’acqua e l’autonomia di ogni utilizzatore (boiler, lavabo cucina, lavello, doccia bagno e wc) che avrà il proprio carico. Ma dopo qualche giorno la pompa inizia a perdere vistosamente dal gruppo pressostato. Fortunatamente un amico con due camper fai da te toilette Hymer B644pompe di scorta ci consente di riparare il pressostato in tempo record. Prima di chiudere il nuovo pavimento, realizziamo i nuovi carichi acqua con tubazioni nuove per il lavabo, il wc e la doccia, ricordandoci di effettuare il foro di scarico gas del wc e l’alimentazione elettrica dello stesso. Ora tutti gli impianti corrono sotto il pavimento nuovo, quindi prima della sigillatura diamo una controllata ai serraggi delle fascette (tutte raddoppiate). Carichiamo l’acqua a tutte le utenze e verifichiamo le tenute per 2 giorni con il boiler acceso, in condizione di pressione massima. Ed ecco il secondo disastro. La rottura della cannuccia della mandata calda nel bollitore del boiler allaga tutto il camper. Ovviamente dobbiamo nuovamente bloccare i lavori e smontare totalmente il Boiler Truma. Nulla da recriminare al povero boiler che ha alle spalle 25 anni di onesto lavoro e che riusciamo a riparare con una saldatura grazie a un altro caro amico (foto 15).

Il traguardo è vicino
Risolti i disastri ripartiamo verso la fine dei lavori. Spostiamo la vecchia bocchetta dell’aria in un punto meno invasivo. Rimpiazziamo il modello Truma con uno moderno firmato Eberspächer tappando il vecchio foro con il disco ricavato dalla nuova fresata. Possiamo finalmente partire con i lavori di tinteggiatura. Prima una bella stuccata a tutti i fori con stucco plastico e poi carteggiamo. Dopodiché diamo una prima mano di guaina liquida come isolante per l’acqua e poi una seconda. Seguono due mani di smalto all’acqua da esterno per coprire i vecchi disegni delle pareti e del soffitto (foto 16, 17 e 18).

camper fai da te toilette Hymer B644camper fai da te toilette Hymer B644La qualità di questi prodotti è fondamentale e risparmiare in queste operazioni è pericoloso, perché l’integrità dall’umidità dipende tutta da queste fasi. Passiamo poi al pavimento dando due mani di guaina liquida e altrettante di bianco all’acqua. Per migliorare l’impermeabilità, diamo due mani di pellicola plastica a base Nitro. Sigilliamo per scrupolo le giunture del pavimento e delle pareti con silicone bianco antimuffa: siamo comunque su un veicolo e le pareti e il pavimento potrebbero subire movimenti e oscillazioni allontanandosi e creando spazi e fessure in cui l’acqua potrebbe infiltrarsi (foto 19). Ci occupiamo poi delle vecchie plastiche del mobiletto e della specchiera che vogliamo svecchiare. Smontiamo tutto e puliamo con alcool, per poi dare una mano di aggrappante per superfici sintetiche e due mani di vernice argento. Per concludere due mani di pellicola trasparente che rendono tutto più robusto al tatto e all’umidità. Essendo materiali plastici, usiamo tutte vernici a base Nitro. Il risultato è decisamente inaspettato: i vecchi mobiletti hanno assunto un bello stile moderno, in sintonia con il nuovo design del bagno. Fissiamo ora il miscelatore al top e proseguiamo con il fissaggio del piccolo lavabo con una dose massiccia di silicone bianco antimuffa: sul lavabo avevamo precedentemente montato la nuova piletta di scarico, anche lei verniciata argento. Le salite delle tubazioni acqua fredda/calda e scarico al lavabo e alla doccia vengono nascoste da una canalina bianca. Sui segni che avevamo lasciato con le viti di fissaggio, applichiamo il nuovo wc Thetford siliconandolo nelle parti adiacenti al pavimento e nelle sue giunture. Colleghiamo il carico acqua e l’alimentazione elettrica che prevede solo positivo e negativo 12V (c’è anche il contatto per un eventuale avviamento di una pompa). Il nuovo wc è dotato di una spia luminosa per segnalare la cassetta piena e l’azionamento dello sciacquone è comandato da un pratico pulsante elettrico.

Alcuni piccoli pezzi
Non potevamo di certo rinunciare a qualche piccolo sfizio. Così aumentiamo il comfort della toilette con un termosifoncino elettrico a 220V per l’inverno. Questo piccolo oggetto trovato in vendita per caso in Inghilterra ci consentirà di mantenere una temperatura normale nel veicolo e un caldo tepore nel bagno. Economicissimo e con una resa incredibile malgrado i suoi irrisori 60W, riusciremo a tenerlo acceso sempre con i soli 3 Ampère dei camping o delle aree di sosta. Lo stile della nuova toilette non è male, ma è un po’ freddo. Un’amica specamper fai da te toilette Hymer B644cializzata in ritaglio prespaziato di pellicole adesive ci viene in soccorso con diversi autoadesivi realizzati da lei su misura e riportanti il logo della Hymer. Ed eccoci arrivati all’ultima invenzione: una sorta di doppia paratia scorrevole per riparare la porta di legno dagli spruzzi, dal momento che abbiamo eliminato l’odiosa tendina interna. Abbiamo creato insomma una sorta di box doccia. A soffitto e sulla soglia di ingresso, montiamo due binari di plastica che accolgono altrettanti scorrevoli realizzati in plastica polionda che scorrendo ripareranno la doccia e ci eviteranno di allagare il corridoio del motorhome. Infine, le ultime rifiniture: coprispigoli per la botola a pavimento e una chiusura per permettere ai bambini di essere più comodi al WC e al lavabo.

La sorpresa della doccia
Finora non vi abbiamo parlato granchè della doccia che abbiamo scelto di montare. È lei il vero tesoro della nostra nuova toilette ed è giunto il momento di scoprire le carte. La nuova doccia è dotata di una tecnologica colonna con quattro getti idromassaggio, soffione alto con flusso di acqua ampio e delicato e doccino basso per poter lavare i bambini (foto 20).

camper fai da te toilette Hymer B644Lo spazio che ora offre questo ambiente concede migliori possibilità. Quanta strada faremo ancora, quanta ne faranno i nostri figli, quanta i nostri nipoti. Una cosa è certa: il nostro intramontabile Hymer ci accompagnerà sempre. Con lui, siamo sempre pronti a partire.

Tempi e costi
Circa 50 ore •  Circa 1200 euro in tutto, grazie all’intervento di qualche amico che ha risolto alcuni problemi senza dover ricorrere a riparazioni che avrebbero fatto lievitare il costo. Tutti i materiali sono stati acquistati presso rivendite specializzate per camper, centri commerciali, siti internet

Che cosa ci serve
•  Molta attrezzatura professionale per falegnameria: sega circolare a banco, seghetto alternativo, frese a tazza, avvitatori, morsetti •  Attrezzatura varia come serie complete di chiavi inglesi, a rullino a tubo e a stella Dotazioni complete da elettricista, tester, cacciaviti di tutte le misure Dotazioni da idraulico e decoratore Una buona capacità manuale e conoscenze tecniche

Ringraziamenti
Innanzitutto ringrazio mia moglie per i consigli, le idee e le tazze di caffè che mi ha portato in garage.
Ringrazio poi Thetford nelle persone di Fabrizio Di Piazza e Valerio Martini per il supporto tecnico.
Un grazie anche agli amici “soccorritori”:  Luca Pastò per i ricambi Fiamma, Lino Petracca per le sue capacità da saldatore e Veronica Mancini de “I Pasticci di Morgana” per gli adesivi.
 

 

Categoria: 
Autore: 
Rodolfo Dal Vivo