Tu sei qui

Ripristino telaio su porta e gavoni esterni su Elnagh 59

Scegli una categoria

Ultimamente il nostro amico Cristiano ha iniziato a fotografare e documentare i lavori che esegue, per diletto o per manutenzione, sul suo Elnagh 59.
Ecco uno dei suoi ultimi interventi

Chi ha un telaio esterno di porta o gavoni ossidato o graffiato, alzi la mano. Si tratta di un problema per lo più estetico che rovina il colpo d’occhio sul nostro mezzo. Io ho risolto riverniciando il tutto in pochi, semplici passaggi. Di seguito trovate passo per passo tutte le fasi di lavorazione, gli accessori indispensabili e le vernici usate.

Obiettivo
Questo lavoro è un restyling delle cornici di alluminio di porte e gavoni (in questo caso, di un camper Elnagh 59).

Che cosa ci serve
Nastro carta, sgrassatore, carta multiuso/pannetti cotone, carta smeriglia da 300/400 gr, 1 o 2 bombolette spray di fondo per alluminio, 1 o 2 bombolette di vernice spray per parti in alluminio, 1 bomboletta spray di lucido non opaco, cacciaviti.

Costi per la lavorazione
Dipende da dove si acquistano i materiali. In linea di massima la spesa si aggira tra i 20 e i 30 euro tra vernice, trasparente e nastro carta.

Tempi di realizzazione
I neofiti del fai-da-te potrebbero metterci circa 8 ore. I più esperti invece ci metteranno più o meno 5 ore.

Materiale occorrente
Innanzitutto prepariamo il materiale che ci serve. Ovvero in primis nastro carta per carrozzeria e fogli di carta grandi marroni, come quelli che si usano per spedire pacchi, ma vanno bene anche le pagine dei giornali quotidiani. Ci serve poi sgrassatore tipo casalingo, rotolo di carta multiuso,  carta abrasiva con grana da 300 gr, bomboletta di vernice spray di fondo per alluminio, una per alluminio anodizzato e una di trasparente. 

Prime fasi di lavorazione
In primo luogo è necessario smontare le parti che devono essere lavorate, nel mio caso la porta e i gavoni. In seguito togliere le guarnizioni di gomma e i vari cardini usando un cacciavite. Attenzione: in questa fase bisogna scegliere con accuratezza la forma del cacciavite da usare per svitare (foto 1 e 2).

Pulizia della superficie
Dopodichè si può procedere carteggiando con carta abrasiva da 300 gr tutto quanto il telaio in alluminio che deve essere verniciato (foto 3). Togliere poi polvere e sporcizia sulla base da verniciare con sgrassatore e un foglio di carta multiuso (o pannetto). Vi consiglio di pulire con sgrassatore  anche le zone non interessate alla verniciatura per far sì che il nastro carta aderisca perfettamente (foto 4).

La fase di copertura
È il momento di applicare i fogli e il nastro carta per coprire le parti non interessate alla verniciatura (foto 5). Ora applichiamo il nastro carta seguendo la linea esterna/interna del telaio in alluminio. Per effettuare le linee curve, vi consiglio di tagliare piccoli pezzetti di nastro carta per coprirle meglio (foto 6). Al termine di queste operazioni di copertura, passiamo alla fase di verniciatura.

Verniciatura e rifinitura
Procediamo all’applicazione di una prima mano leggera di fondo epossidico a bomboletta. Ora dobbiamo aspettare circa 5 minuti e poi possiamo continuare con la seconda mano (foto 7). A questo punto possiamo stendere una prima mano leggera di vernice spray per alluminio anodizzato, aspettare circa 5/10 minuti e passare con la seconda mano un po’ più abbondante. Mi raccomando, tenete una distanza di circa 25 cm dalla zona di verniciatura per evitare colature. Ora aspettiamo 30/40 minuti e applichiamo il lucido di protezione (foto 8).

Dulcis in fundo …
Il nostro lavoro è pressochè terminato. Dopo 30 minuti dall’applicazione del colore alluminio, possiamo applicare una prima mano di trasparente spray. Consiglio di ripetere questa operazione per 3 volte a distanza di 10 minuti l’una dall’altra. Facciamo ora passare circa 1 ora, 1 ora e mezza, dopodichè possiamo togliere le coperture e rimontare le parti.

 

Categoria: 
Autore: 
Cristiano Ferrari