Tu sei qui

La Foresta Nera per capodanno 2016

Dal 27/12/2015 al 3/01/2016


Equipaggio: Silvia e Simone; mezzo: Volkswagen T4 del 1995


- 27/12: Siamo partiti di buon ora il 27 dicembre e l'obiettivo della nostra giornata era Friburgo. Siamo arrivati in serata e abbiamo trovato un'area sosta in Bissierstrasse "Wohlmobil Parkplatz Freiburg. A 9 euro è un'area sosta senza bagni, con la disponibilità di corrente elettrica e a 15 minuti a piedi dal centro.


- 28/12: abbiamo utilizzato la mattinata per vedere Friburgo, cittadina molto graziosa che si snda attorno alla sua Cattedrale. Molto carino il mercatino di prodotti locali (frutta e verdura, pane, miele e salumi) nei dintorni della cattedrale stessa. Noi abbiamo comprato frutta e verdura per la vacanza. Smile


La nostra giornata è proseguita lungo la "Strada del vino" (Badische Winstrasse) fino a Breisach Am Rhein, paesino molto carino con il duomo che si raggiunge con una gradevole passeggiata di pochi minuti sulla collina più alta della zona. Bello il panorama, che spazia sulla Foresta Nera e sul paesaggio francese, da lì molto vicino. Nell'info point abbiamo chiesto la carta della Schwarzwald che ci ha guidato nei giorni successivi. Abbiamo proseguito lungo la strada del vino fino a Rust, dove ci siamo fermati per la notte nell'area camper dell'Europa Park (praticamente un campeggio anche nel prezzo 26,50 per una notte) con docce calde, zona scarico acque grigie e carico acqua fresca.


-29/12: Da Rust abbiamo proseguito verso Baden-Baden. In mattinata abbiamo visitato Gengenbach, grazioso paesino circondato da mura. Ci è piaciuto molto! Siamo giunti a Baden-Baden nel pomeriggio. Nell'infopoint, incontrato appena entrati in città, abbiamo chiesto epr un'area camper e ce ne hanno indicato una su Rheinstrasse (12,00 euro per la notte con possibilità di scarico e carico acqua (10 cent per 10 l circa). Abbiamo deciso di raggiungere da lì il centro in autobus (il n. 201, che in circa 15 minuti ci ha condotto nel cuore della città). Abbiamo fatto un giro per il centro e ci siamo informazti per andare alle terme la mattina seguente (Caracalla: 15 euro 1h e 30m, oppure 2h per 16 euro: vi consigliamo di abbondare con i tempi un po' perchè quando siete dentro non vorreste più uscire, un po' perchè nelle due ore è compresa la preparazione x entrare in piscina, la doccia seguente, ecc).


-30/12: la mattina seguente pronti per le terme! Abbiamo trascorso lì la mattinata, tra vasche interne ed esterne, acque a diversa temperatura e lettini riscaldati da lampade sul soffitto. Siamo usciti con circa mezz'ora di ritardo rispetto alle 2 ore preventivate e abbiamo pagato 2 euro in più ciascuno.


A questo punto siamo tornati al nostro camper e siamo partiti alla volta della Schwartzwald-Hochstrasse, la strada della Foresta Nera. Abbiamo incontrato il Mummelsee, un piccolo e bellissimo lago dal colore scuro circondato dalla Foresta, la cui circonferenza può essere percorsa in circa 10 minuti. Abbiamo proseguito fino ad Alpisbach, dove abbiamo incontrato un campeggio aperto e abbiamo deciso di trascorrere lì la notte (il campeggio si trova a circa 1km e 1/2 dal centro del paese). Alpisbach è sede di una nota marca di birra e nella nostra passeggiata pre-cena abbiamo visitato il negozio adiecente la fabbrica che vende tutte le tipologie di birra prodotta, oltre che naturalmente, a tutti i gadget che portano il suo nome.


- 31/12: La mattina successiva abbiamo proseguito sulla Schwartzwald Hochstrasse fino a Triberg, patria incontrastata della lavorazione degli orologi a cucù. Abbiamo fatto una passeggiata nel centro del paese (che in sostanza è sulla strada principale), fino alla cascata nel bosco. Infine abbiamo ceduto al fascino degli orologi e ne abbiamo comprato uno di ricordo! Wink


Abbiamo proseguito fino al lago Titisee, dove abbiamo trovato un campeggio aperto a circa 1km dal centro. Abbiamo posteggiato e abbiamo raggiunto il centro per un breve giro. Abbaimo poi raggiunto nuovamente il campeggio e abbiamo preparato la nostra cena di capodanno. A mezzanotte i fuochi e i botti dei ns vicini di camper hanno salutato il 2016.


- 01/01: Il primo giorno dell'anno abbiamo lasciato la Foresta Nera per iniziare il rientro e raggiungere il Lago di Costanza. Sfortunatamente, sia per la nebbia fitta che per una svista sul nostro itinerario di viaggio, che ci ha portato a percorrere le rive del lago dal lato nord, i panorami non ci sono piaciuti molto: tutto molto piatto e sempre uguale.


Passato il lago però abbiamo puntato dritto verso i monti e, giunti in Austria abbiamo fatto il passo Arlberg, che era aperto, vista la scarsità di neve in questo inverno. Giunti in cima al passo abbiamo visto altri camper parcheggiati per la notte e abbiamo deciso di imitarli. Il paese dove abbiamo sostato (St. Christoph, a qualche centinaia di metri dalla cima del passo) era solo un susseguirsi di alberghi, ma noi abbiamo apprezzato la tranquillità di essere immersi nella natura e dopo una breve passeggiata con una temperatura davvero bassa (circa -10°C) siamo rientrati in camper e ci siamo goduti la tranquillità.


- 02/01: Il giorno successivo abbiamo scldato a dovere il nostro camper e siamo scesi alla volta dell'Italia. Abbiamo passato il Brennero e ci siamo diretti verso Merano. Ma visto che i passi sono la nostra passione... da Vipiteno abbiamo appunto raggiunto Merano attraverso il Passo Giovo, che arriva fino a 2100 m. Abbiamo pernottato a Merano (area sosta davvero poco accogliente).


- 03/01: Il mattino successivo ci siamo mossi verso la Valsugana e Bassano del Grappa, dove abbiamo cari amici che volevamo rivedere. Abbiamo passato con loro la giornata con una bella visita della cittadina, che ci è piaciuta molto, e intorno alle 16 ci siamo diretti verso casa.


Categoria: