Tu sei qui

Weekend in camper in Val d'Arda

Messaggio di errore

Image resize threshold of 5 per minute reached. Some images have not been resized. Resave the content to resize remaining images.

Un week end in Val d'Arda, tra borghi medioevali, meravigliose abbazie e splendidi parchi

camper piacenza val d'arda Una vallata ricca di attrattive, meta perfetta di un viaggio in camper lungo un fine settimana. È l'ampia variet à dei luoghi da visitare che rende la Val d'Arda, che prende il nome dal torrente che sfocia nel Po, per certi versi unica. Infatti, in questo territorio del Piacentino (e in piccola parte del Parmense) si alternano meravigliosi borghi medioevali, splendide abbazie e bellissimi parchi. E, tra una visita e l'altra, si pu ò scendere dal camper per una sosta ristoratrice in una delle tante trattorie della zona, dove si possono assaggiare i piatti tipici di questi luoghi. Non resta altro da fare che organizzarsi, trovare un weekend libero e mettersi al volante con destinazione Val d'Arda.

Castell'Arquato: la Rocca Viscontea e tanti musei

camper piacenza val d'arda castell'arquatoLa prima tappa del viaggio in camper è Castell'Arquato , borgo che si trova arroccato in cima a una piccola altura. Il posto pi ù indicato per parcheggiare è l'area di sosta lungo il fiume all'angolo con via Roma (Parcheggio numero 2), che pu ò ospitare fino a 15 mezzi ed è molto vicino (circa 500 metri) al centro del paese. Chi vuole, pu ò perdersi nei caratteristici vicoletti del borgo, magari per dare un'occhiata ai prodotti delle botteghe locali, ma non si pu ò proprio fare a meno di visitare la Rocca Viscontea, edificio la cui costruzione è terminata nel 1349 camper piacenza val d'arda castell'arquato rocca viscontea . L'ingresso principale è costituito da un ponte levatoio, ora sempre abbassato; ai quattro angoli della costruzione si trovano altrettante torri, che in passato erano utilizzate come punti di avvistamento. Oggi, invece, la Rocca Viscontea rappresenta un ottimo punto di osservazione, da cui ammirare splendidi panorami: a Nord le Alpi e la Pianura Padana, a Sud gli Appennini. Chi vuole conoscere nei dettagli la storia di questo edificio pu ò visitare il Museo di vita medioevale della Rocca Viscontea, che si trova proprio qui.
A Castell'Arquato c' è anche il Museo Geologico G. Cortesi, dove sono conservati fossili di mammiferi, cetacei e molluschi di oltre tre milioni e mezzo di anni fa. Gli amanti dell'arte non possono invece non visitare il Museo della Collegiata, dove sono custodite opere del 13esimo e del 14esimo secolo. Chi vuole conoscere la vita del pi ù celebre personaggio locale deve entrare nel Museo Luigi Illica, poeta, librettista e drammaturgo. Tra gli edifici pi ù belli del paese c' è la Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta, costruita in stile romanico nell'11esimo secolo.

Vigoleno: un magnifico castello e due belle Chiese

Sempre in provincia di Piacenza e poco distante da Castell'Arquato c' è un altro splendido borgo: Vigoleno . Sulla pietra delle mura e delle torri si riflette la luce del sole, rendendo ancor pi ù suggestiva la visione di questo paese. Il posto migliore in cui parcheggiare il camper è il punto sosta gratuito che camper piacenza val d'arda castell'arquato vigolenosi trova nel parcheggio davanti alla locanda situata appena prima dell'ingresso tra le mura. Punto di riferimento di Vigoleno è il castello, che agli inizi del Novecento è stato acquistato dalla principessa Maria Ruspoli Gramont, che tra i suoi ospiti ha avuto anche Gabriele D'Annunzio. Di questo edificio, dalla piazza principale si nota subito la cisterna.
Sul lato opposto della piazza, invece, c' è la Chiesa di San Giorgio, costruita in stile romanico. La facciata in pietra è grigia dai riflessi dorati, mentre l'interno è piuttosto austero, ma abbellito da elaborati capitelli. L'oratorio della Beata Vergine delle Grazie, che in origine era probabilmente la cappella del castello, oltre a una facciata elegante conserva un affresco della Madonna che allatta. Il fascino di Vigoleno, per ò , non si esaurisce qui, perch é anche una semplice passeggiata negli stretti vicoli rievoca atmosfere medioevali. Finita la visita in paese, si pu ò tornare al parcheggio del camper e trascorrere qui la notte oppure andare nella non lontana area di sosta attrezzata e gratuita di Salsomaggiore Terme, in provincia di Parma (indirizzo via Gramsci, di fianco alla stazione ferroviaria, coordinate GPS: 44 ° 49 18'' N 9 ° 59 53'' E).

All'Abbazia di Chiaravalle della Colomba

camper piacenza val d'arda castell'arquato abbazia chiaravalle della colombaL'indomani mattina la prima tappa è l'Abbazia di Chiaravalle della Colomba , che si trova nel Comune di Alseno, sempre in provincia di Piacenza. Fondato grazie all'iniziativa di San Bernardo nella prima met à del 12esimo secolo, questo edificio sorge non distante dalla via Emilia. Il camper pu ò essere lasciato senza problemi nel parcheggio nei pressi dell'Abbazia.
Monastero cistercestense, secondo la leggenda deve il suo nome a una colomba, che avrebbe mostrato ai monaci l'area in cui sarebbe sorto posando delle pagliuzze. Verosimilmente, la costruzione deve il suo nome alla discesa dello Spirito Santo nel grembo di Maria durante l'Annunciazione. Centro nevralgico della struttura è la basilica, che è affiancata da un meraviglioso chiostro del Trecento.

Tracce di fossili al Parco del Piacenziano

La parte restante della giornata pu ò essere utilizzata per rilassarsi visitando uno splendido parco della zona: il Parco del Piacenziano. Per arrivarci, l'ideale è tornare a Castell'Arquato e lasciare il camper nell'area di sosta prima indicata. Vicino al ponte che porta al centro storico del paese scorre il torrente Arda. Alla destra del ponte, lungo il corso d'acqua c' è una zona dove si possono osservare ritrovamenti fossili. Lasciata Castell'Arquato si prosegue in camper verso il Monte Giogo; gi à dalla strada si pu ò ammirare il cosiddetto Anfiteatro, cio è la parete rocciosa che sovrasta Lugagnano Val d'Arda. Da questo paese si raggiunge lungo una strada stretta e tortuosa la Voragine di Montezago, seguendo prima le indicazioni per Chiavenna Rocchetta, quindi quelle per l'Osteria di Montezago.
Si pu ò lasciare il camper in un piccolo parcheggio che si trova appena si scollina, percorrere a piedi una strada bianca e, quando si arriva al bivio, seguire l'indicazione per il Buco della Balena (altro nome con cui è chiamato questo luogo): di qui, si pu ò osservare l'impressionante gola sottostante. Ritornati in camper a Lugagnano, si pu ò poi proseguire seguendo le indicazioni per il Monte la Ciocca, dove ci sono altri importanti ritrovamenti fossili.

In tavola largo a primi e vini

In un weekend cos ì denso di appuntamenti e con tanti luoghi da visitare, rifocillarsi dando soddisfazione al palato è quasi un obbligo. Tra i piatti tipici del luogo, sono rinomati soprattutto i primi: anolini e pisarei, infatti, sono conosciuti in tutta Italia. I primi, pasta all'uovo ripiena di carne, sono ottimi in brodo, specie in quello di cappone. I pisarei sono pasta fatta con farina, pane secco grattugiato e acqua, condita spesso con un sugo di fagioli. I vini tipici di queste zone sono tre rossi: il Barbera, il Bonarda e il Gutturnio.

Per la sosta in camper, informazioni per il camperista

Per sostare con i camper a Castell'Arquato potete sfruttare il punto sosta all'angolo con via Roma.  
 
Per facilitarvi la ricerca di soluzioni di sosta sull'itinerario proposto vi suggeriamo di dotarvi della nuova edizione della guida Dove Sostare in Camper.
 

Inoltre, se possedete un telefono di ultima generazione, per completare adeguatamente la dotazione vi consigliamo anche di scaricare CamperlifeApp, versione per iPhone.

 

Autore: 
Redazione di CamperLife
Punteggio: 
3.875
Average: 3.9 (8 votes)