Tu sei qui

Viaggi in camper: Croazia, un paradiso da scoprire a due passi dall'Italia

Messaggio di errore

Image resize threshold of 5 per minute reached. Some images have not been resized. Resave the content to resize remaining images.

Meta notoriamente molto frequentata, anche a causa di prezzi accessibili rispetto alle località balneari italiane per eccellenza, la Croazia negli ultimi anni si è guadagnata sempre più l’interesse dei turisti nostrani.

veli Losinj camper croaziaPartendo dalla costa, molto bella e che vagamente ricorda quella della Corsica, ai parchi di Plitvice e di Krka, Krk, Zara, Primostene, Troghir, Spalato con il suo Palazzo di Diocleziano, Dubrovnik e per finire la costa del sud, più sabbiosa, la Croazia è tutto un susseguirsi di bellezze naturali e rappresenta un ottimo itinerario da gustarsi a bordo della propria casa su ruote. Arrivando in Croazia, ovviamente, dalla parte nord, si può cominciare con un giretto sulla costa, anche se qui non è proprio la parte migliore, e magari con una gitarella a Crikvenica o a Krk. Quando starete per fare benzina in Croazia tenete presente che esistono due tipi di benzina verde e due tipi di gasolio. Consigliamo di scegliere le versioni più costose per una questione di maggiore qualità. Prima di oltrepassare il confine è da ricordare anche che dal 2008 l'autostrada in Slovenia si paga con la vignetta, ne esistono di semestrali, annuali e settimanali; quest'ultima costa sui 15 euro e la troverete in vendita lungo l'autostrada Venezia-Trieste. Se pensate di spingervi in aree un po’ meno turistiche, sappiate che potrete incappare in strutture per campeggio poco attrezzate; munitevi di una prolunga di un po' di metri e di un riduttore da tripolare azzurra a schuko tedesca per far fronte alle vecchie prese elettriche. Da Milano ci si reca a Trieste percorrendo 423 km. Bisogna percorrere la A4 e quando si arriva poco prima della città si seguono le indicazioni per la Slovenia e Rijeka (ossia Fiume). Per fare un bel bagno, Umago rappresenta sicuramente la miglior prima sosta. Questa cittadella proprio al confine può esser definita la perla della regione istriana, non è conosciutissima come meta turistica ed è forse per questo che può esser considerata una meta perfetta per l’estate, in quanto lontana dalle folle. Umago è una città dove si è circondati dalla storia, dalle tradizioni, e da scenari estasianti, per non parlare poi delle sue 10 spiagge tutte bandiere blu con sabbia dorata, mare limpido e strutture in grado di offrire comfort e relax a tutta la famiglia. Per sostare col vostro camper, sono segnalate due aree di sosta: quella di via Savudrijska, cesta bb, dista 2 km dal centro di Umago -G.P.S. 45° 26‘ 59'' N 13° 31‘ 14'' E- oppure quella di via Krizine 55a, un po’ più lontana, 7 chilometri dal centro di Umago, ma direttamente sul mare, GPS: 45° 23‘ 33'' N 13° 32‘ 30'' E. In alternativa, da tenere in considerazione il Camping Camp Umag, 4 stelle, in Karigador bb 52470 Umago, Istria. Proseguendo poi alla volta di Plitvice, si possono dedicare alcune ore ad un’ escursione nel parco camper croazia delfini adriatico di Plitvice, che comprende un giro panoramico a piedi ed una traversata del grande lago con il battello, immergendosi in un ambiente naturale quasi incontaminato, selvaggio ed imprevedibile. Da queste parti è possibile sistemarsi in uno dei molti campeggi attrezzati, ovviamente a pagamento, ma che offrono una sistemazione ottima e servizi efficienti, oppure nell’area sosta di Plitvicka/Jezera GPS: 44° 57‘ 1'' N 15° 38‘ 28'' E
Nei giorni successivi, si può optare per una visita a Zara, approfittando dell’ottima autostrada Zara-Spalato, per dare un’occhiata alla città. Il mare, infatti, anche da queste parti non è che sia proprio eccezionale. Andando da qui verso Primostene, invece, la costa comincia a diventare adeguata alle aspettative e ad offrire stupendi scorci lungo la strada. D’obbligo quindi sarebbe una sosta, ed un lungo bagno in acque limpide e profonde. Poi, una gita al parco di Krka con pullman e barca e visita a piedi a Primostene, percorrendo il suggestivo il percorso perimetrale e godendo del panorama dalla piazzetta della chiesa. Procedendo poi verso la parte meridionale, sono diverse le località da vedere ed a cui dedicare una sosta. Troghir ed il suo affascinante mercato storico, Spalato con il bellissimo Palazzo di Diocleziano, Dubrovnik con la sua costiera straordinaria e i suoi marmorei splendori e tutte le spiaggette, piccole ma incantevoli, che incontrerete lungo la strada. La parte meridionale, in cui i campeggi e le aree di sosta sono piuttosto diffuse come in quella settentrionale, generalmente è meno cara ma offre anche strutture non sempre all’altezza delle aspettative e, soprattutto nei periodi di alta stagione, molto affollate. Per la sosta a Dubrovnik: area sosta via Vatroslava Lisinskog 17, GPS: 42° 39‘ 42'' N 18° 4‘ 13'' E
La Croazia, poi, non è soltanto costa, ma vanta isole ed isolette di prim’ordine per bellezza e qualità delle acque. Le isole di Lussino e Cres sono le più vicine all'Italia e facilmente raggiungibili.
camper croazia mare isole lussino cresCres è una delle isole più ricche dell’Adriatico per la sua natura particolare e variegata; è inoltre la più grande isola della Croazia. Protagonista indiscussa della sua natura incontaminata è di certo la roccia dolomite e calcarea. L’isola è abitata da circa 150 persone. Le strade che la innervano sono strette e inerpicate, bisogna fare attenzione col camper. Quella che si respira qui è un’atmosfera tranquilla e rilassata, tipicamente mediterranea. Il nord dell’isola è rigoglioso di pinete, la parte sud è più frastagliata e rocciosa. Una volta giunti qui non potete camper croazia grifoneassolutamente perdervi la visita di San Martino di Cherso - Martinšćica- (44°49'16.24"N/ 14°20’24.42”E), paesino del 16° secolo che si trova sulla costa occidentale che conserva un antico convento francescano; suggestiva cittadina di mare costellata di chiese gotiche e rinascimentali con un caratteristico porto famoso sin dai tempi antichi. Vi capiterà di veder volare i grifoni, animali rari che su quest'isola hanno trovato il loro habitat. Un posto tranquillo dove sostare è il camping Slatina ( HR-51556 Martinšćica, Martinšćica b.b.) che camper sosta croazia mare susak ha 500 piazzole ben curate, tutte dotate di prese per lo scarico d’acqua e prese tripolari. Il campeggio è provvisto di bar, ristorante e market. La baia vicino cui è ubicato è di ghiaia ma l’acqua è pulita e trasparente.
Spingetevi più a sud verso la famosa spiaggia di Lubenice, situata nella Baia Nascosta e considerata l'arenile più bello della Croazia. Un gioiello in spiaggia ghiaiosa protetto da scogliere e quindi nono così facilmente accessibile alla massa di turisti estivi. Potrete anche salire sulla collina vicina su cui, a 380 metri di altezza, si trova la cittadina di Lubenice da cui si gode uno scenario mozzafiato.
Per arrivare alla prossima meta, Lussino, percorrete da Lubenice la strada 5137 fino a Osor, da qui attraversate il ponte che collega le due isole e arriverete a Lussino in circa 32 chilometri. I due poli turistici principali sono le due città di Mali Losinj e Veli Losinj. Il campeggio Cikat ( HR-51550 Mali Lošinj, Čikat b.b. ) si trova a Veli Losinj o Lussingrande cittadina celebre per le meravigliose ville colorate affacciate sul mare che raccontano di una ricchezza del passato. Nei pressi troverete una delle spiagge più suggestive, quella della pineta di Cikat. Non perdetevi assolutamente una visita all'ADP centro di salvaguardia e di ricerche sui delfini locali; in queste acque ne vive una numerosa colonia quindi fare una gita in barca nelle acque dell'arcipelago è una tappa d'obbligo; vi capiterà senz'altro di vederli in acqua. Se cercate invce maggiore movida turistica è a Lussinpiccolo che dovrete andare. Contrariamente al nome, è diventata ormai da anni una città turistica famosa in tutto il mondo. Un'altra meta da non perdere è l'isolotto di Susak, abitato da viticoltori e pescatori sembra un luogo dove il tempo pare si sia fermato. camper sosta croazia mare lussinpiccolo
Si può raggiungere l'isola con un'escursione in giornata ma è necessario lasciare il camper al porto di Lussinpiccolo perchè la traversata è solo per passeggeri. Non perdetevi l'unico villaggio presente a Susak, diviso in una zona più antica e una più recente collegate da 150 gradini. Un altro motivo per cui vale una visita a Susak è di certo la spiaggia di Sansego, una delle poche spiagge di sabbia dell'arcipelago.
L’isola di Korcula (Curzola, per noi), poi, è tra le più belle della regione, è un piccolo paradiso terrestre situato nel basso Mare Adriatico. Con un clima tipicamente mediterraneo,rimane appetibile per i turisti durante tutto il corso dell’anno. Le spiagge incredibilmente belle e dal fascino ellenico dell’isola, unite alla caratteristica architettura delle città, rendono Korcula un posto ideale per chi è in cerca di mare, cultura, ed ovviamente relax, con in più un valore storico non trascurabile. Proprio quì, infatti, si svolse la celebre battaglia tra Veneziani e Genovesi nel 1298, quando Marco Polo fu fatto prigioniero dai Liguri. Area sosta Kuciste, GPS: 42° 58‘ 35'' N 17° 7‘ 45''.
Da vedere, la Cattedrale di San Marco evangelista, i bastioni del porto, la porta Meridionale che permette di accedere al centro storico ed infine la - anche se presunta- casa natale di Marco Polo.
Un'altra isola degna di nota è Brac (in italiano Brazza), tra le più grandi dell'Adriatico, con i suoi boschi, pini e uliveti. Interessanti da visitare, Supetar, il capoluogo dell'isola, tipicamente medievale e situata in una baia dal fondo sabbioso, Bol, situata alle pendici del Monte Vidova - area sosta Bracke ceste bb, GPS: 43° 15‘ 49'' N 16° 38‘ 52'' E - cittadina rinomata per le sue meravigliose insenature, calette solitarie e la lunga spiaggia di Zlatni Rat, una lingua di sabbia di 630 metri che cambia forma secondo la direzione del vento. Infine, il piccolo paese di Milna, unico porto turistico dell'isola anticamente villaggio di pescatori, merita un'occhiata anche in ragione della bella chiesa in stile rococò risalente intorno al XVII secolo, mentre la cittadina di Blaca, che ospita un monastero del XVI secolo distrutto e riedificato nel XVIII, adibito oggi a museo, e la vicina Caverna del Drago che cela incisioni risalenti al IX secolo valgono certo la poca distanza da percorrere.
 

Informazioni sull' accesso alla rete internet e la telefonia mobile

 
Punteggio: 
0
Average: 0 (0 votes)