Tu sei qui

La Scozia in camper

Visitare la Scozia in camper è una delle maggiori attrazioni dei viaggiatori.

Non tutti forse sanno che il campeggio è un'invenzione britannica e che il Regno Unito riserva servizi diffusi e di buon livello a chi si sposta in camper o roulotte.

Tutti gli anni, l'Ente Nazionale per il Turismo (British Tourist Authority) pubblica un'utile e dettagliata guida, "Camping and Caravans parks in Britain", che si può richiedere all'ufficio di Milano in cui vengono presentati campeggi e strutture sparsi in tutte le regioni, oltre a una nutrita serie di mappe, itinerari e suggerimenti pratici.
Gli Itinerari di Camperlife

La Scozia: i castelli, le Highlands ed una perla sconosciuta: le Orcadi

In Scozia, molti campeggi, oltre ad essere comode basi per andare alla scoperta di un territorio ricco di attrattive, offrono anche una gamma di servizi ampia e insospettata: ristoranti, bar, grigliate all'aperto, spettacoli serali, piscine, campi da tennis, palestre al coperto, campi gioco per bambini e la possibilità di andare a pesca, praticare la vela e l'equitazione, o giocare a golf. Molti sono aperti tutto l'anno e garantiscono un'accoglienza adeguata, e a prezzi decisamente inferiori rispetto all'estate, anche in primavera o in autunno. Il livello dei loro servizi è contrassegnato da stelle, come negli alberghi: si va dall'eccellente qualità di un 5 stelle, al servizio modesto, ma comunque decoroso, di quelli a 1 stella. La valutazione viene fatta annualmente da un gruppo di ispettori indipendenti, che assume come criteri l'ambiente complessivo, il grado di pulizia, la qualità di strutture e servizi.

Nelle Highland spiccano, per esempio, il Linnee Lochside Holiday, nei pressi di Fort William, tel. 0044 1397 772376, curatissimo camping 5 stelle, incorniciato da un parco botanico e affacciato su un romantico lock, dove, oltre che su comode e attrezzate piazzole, si può contare anche su assistenza meccanica, lavanderia, spazi gioco per bambini, negozio, possibilità di andare a pesca e in bicicletta (tariffe giornaliere da 13, 50 sterline). Oppure, se si ama il golf e l'equitazione, l'Auchnahillin Caravan and Camping Park , tel. 0044 1463 772286, rodato 4 stelle alle porte di Inverness, incastonato tra foreste e brughiere, dove per la piazzola si spendono a partire da 8 sterline al giorno. Altra zona d'elezione per camperisti sono le sponde del Loch Lomond, nella Scozia centrale, dove si annida, presso Balloch, il Lomond Woods Holiday Park, tel. 0044 1389 755000, una base ottimale per rilassarsi e praticare gli sport d'acqua e di terra (piazzole da 13 euro al giorno). Se, infine, si desidera la grande città, c'è il Mortonhall Caravan Park, tel. 0044 131 6641533,nella cintura di Edimburgo, attrezzato camping 4 stelle con ristorante e conforts moderni (piazzole da 10 sterline al giorno). Praticamente inesistenti sono invece le aree di sosta (solo ai margini delle grandi città è possibile trovarne qualcuna); per cui, prima di concedersi una pausa anche di poche ore, è necessario il permesso del proprietario del terreno o della polizia municipale. Di notte è vietato sostare nelle rientranze o lungo i cigli erbosi delle strade, perché considerati parti di queste.

Se si progetta di partire in estate per la Scozia, la raccomandazione è sempre quella di prenotare con buon anticipo, spiegando chiaramente le proprie esigenze; anche presso i Tourist Information Centre delle diverse località si possono avere informazioni sulla disponibilità delle strutture ubicate nelle zone di competenza. Consigliabile è anche noleggiare un camper in loco, i centri specializzati sono a decine e sono dislocati un po' dappertutto. Uno dei più comodi è senz'altro il Lothian Caravanette Hire, nei pressi dell'aeroporto internazionale di Edimburgo, tel. 0044 1875 820031. Presso l'aeroporto di Inverness, c'è invece Sharps Motorhomes, sui cui confortevoli campers si può andare alla scoperta delle Highland. Mentre a poco più di un'ora d'auto da Glasgow, nella contea di Argyll, c'è il West Highland Motorhome Rentals , tel. 0044 1631 563638, una piccola ma attrezzata compagnia di noleggio, sulle cui case viaggianti è particolarmente piacevole esplorare tutto il versante occidentale della regione.

Per quanto riguarda infine la traversata della Manica, si può scegliere tra il classico e, tutto sommato, economico traghetto, che parte da Calais e in circa un'ora e mezzo raggiunge Dover (le corse sono quotidiane e i biglietti sono acquistabili via internet, tramite agenzia di viaggio o direttamente al porto d'imbarco, usufruendo magari e, a seconda della stagione, di tariffe promozionali). Oppure la navetta dell'Eurotunnel, il modernissimo e velocissimo collegamento sottomarino tra la Gran Bretagna e il continente, attivo tutto l'anno, 24 ore su 24. L'imbarco avviene in Francia da Calais-Coquelles, raggiungibile con l'autostrada A16, uscita 13 Eurotunnel Terminal e, dopo circa 35 minuti di traversata, si esce sull'autostrada M20 in direzione Londra. Il tragitto è talmente breve, che i passeggeri possono rimanere tranquillamente a bordo del loro camper. Le tariffe, decisamente più elevate di quelle del traghetto, variano non solo a seconda della stagione, ma anche della fascia oraria: a luglio e agosto, per un biglietto in fascia diurna, acquistato in Italia, si possono spendere per un camper da 325 euro per la sola andata e 600 euro per andata e ritorno. Per informazione e prenotazioni, si può contattare Adsum Italy.


Maurizia Ghisoni - www.fulltravel.it

Qualche notizia in più sulla Scozia. (tratte da Wikipedia)

Ha una superficie di 78.782 km². La capitale è Edimburgo (Edinburgh). Un tempo era chiamata Caledonia ed è una delle quattro nazioni costitutive del Regno Unito. Occupa la porzione settentrionale della Gran Bretagna.

E'stato regno indipendente sino al 1707, anno in cui con l'Atto di Unione entrò a far parte del Regno di Gran Bretagna, assieme all'Inghilterra. I regni di Scozia e Inghilterra erano peraltro già uniti dinasticamente dal 1603.

Benchè faccia parte del Regno Unito, la Scozia vanta un sistema giuridico autonomo, un separato sistema d'educazione e una propria Chiesa nazionale.
Dopo il referendum del 1997 sulla c.d. devolution, è stato anche ricostituito il Parlamento scozzese (era stato fuso con quello inglese nel 1707), con diverse competenze legislative nelle materie di interesse nazionale scozzese.

Edimburgo è uno dei principali centri finanziari europei. I fondali del mare del Nord e dell'Atlantico settentrionale di pertinenza scozzese contengono le più ampie riserve di petrolio dell'Unione Europea.

Il motto della Scozia è "In my defens God me defend".

Il clima delle Isole Britanniche subisce fortemente l'influsso dell'oceano, in particolare nelle zone occidentali. La Scozia, più settentrionale, è maggiormente esposta a masse d'aria fredda di origine polare le quali, facendo contrasto con la calda Corrente del Golfo, creano frequenti zone di bassa pressione (particolarmente accentuate in autunno ed all'inizio dell'inverno). A causa di tali basse pressioni atlantiche la media delle precipitazioni è piuttosto elevata e le estati sono decisamente fresche e ventose, soprattutto nelle regioni montuose esposte ad ovest. Ma è la stessa Corrente del Golfo a rendere l'inverno scozzese molto mite in proporzione alla latitudine. Ad Edimburgo, situata sulla costa orientale (Firth of Forth, 56° parallelo circa), la temperatura media annuale oscilla
intorno ai 10 °C (3-4 °C d'inverno, 14-16 °C d'estate).

Per info dettagliate su come raggiungere la Scozia e quali itinerari scegliere per le vostre visite vi consigliamo il sito ufficiale per il turismo scozzese

 

 

Punteggio: 
0
Average: 0 (0 votes)