Tu sei qui

Camperlife Tecnica: Rimor Horus 2012

Messaggio di errore

Image resize threshold of 5 per minute reached. Some images have not been resized. Resave the content to resize remaining images.

Un van che richiama al fascino del camperismo puro, on the road, con pochi orpelli e molta sostanza.

Due, le versioni proposte, per un mezzo dalla guida quasi automobilistica fatto su misura per gli amanti di questa filosofia di far turismo.


Tra le novità presentate dalla Rimor all’interno dello Special Event 2012, la nuova versione dell’ Horus va ad camper rimor horus ampliare ulteriormente la gamma della serie van della casa, finora rappresentata degnamente dal molto apprezzato Horus 30 su base Transit, mezzo che ha saputo fidelizzare una folta schiera di estimatori. Questa tipologia di mezzi, che gode di ampio consenso soprattutto in Germania, dopo un’entrata in sordina nei gusti dei camperisti nostri connazionali si sta via via ritagliando una considerevole nicchia di estimatori. La diffidenza iniziale dei camperisti nostrani dipendeva quasi essenzialmente dalla questione dello spazio a disposizione, nonché da un prezzo paritario o in alcuni casi superiore ai vari profilati e mansardati entry level delle medesime case costruttrici. Tuttavia, superati questi scogli iniziali, si è cominciato a valutare ed apprezzare i lati positivi di questi mezzi. Una guida praticamente da autovettura, un ingombro ridotto soprattutto in altezza e larghezza -che permette di utilizzarli anche come seconda macchina, per lavoro o per il camper rimor horus tempo libero- che consente facilità di transito e parcheggio anche sulla pubblica via, hanno cominciato via via a far breccia nei cuori di alcuni. Poi, costi di gestione e consumi ridotti hanno ulteriormente allargato il pertugio, finché il riscoprire un modo di vivere il camper e l’abitar viaggiando più semplice e genuino -non per niente sono chiamati spesso “camper puri”- ha fatto sì che i van riscuotessero sempre più consensi. La Rimor, quindi, sempre attenta all’andare incontro alle esigenze della propria clientela, ha pensato bene di ampliare la propria offerta nel settore proponendo un mezzo di considerevole sostanza, garantita anche dalla base Renault Master con trazione anteriore e motori 2.3dci Euro 5 da 125 e 150 cv scelta per la nuova versione, che non potrà non diventare un punto di riferimento per tutti gli estimatori dei van, attuali e futuri.
Rimor Horus 31 e 32 :
La linea dei nuovi Horus ricalca ovviamente quella del Renault Master da cui derivano, ma l’impatto estetico del mezzo francese appare indubbiamente più moderno e filante rispetto al precedente Transit. La cabina di guida è camper rimor horus cabina guida la medesima del Master e la livrea metal grey della carrozzeria, per nulla appesantita ed anzi snellita dalle grafiche antracite e rosse che danno all’insieme una caratterizzazione sportiva al limite del custom, conferisce al mezzo la giusta dose di carattere senza comprometterne la discrezione. Il perfetto equilibrio dell’insieme porta ad un duplice risultato: è in grado di appagare il nostro esibizionismo quando ci troviamo nel campeggio abituale, in mezzo ad una moltitudine di mansardati tendenti al bianco attirando gli sguardi dei vicini, ma al contempo capace di passare quasi inosservato parcheggiato tra autovetture, SUV e furgoni ai lati di una strada cittadina. Discrezione che gli amanti della sosta libera e “selvaggia” valutano bene come impagabile soprattutto se l’occhio non è costretto a rinunciare alla sua parte.
La zona giorno:
La zona giorno del nuovo Horus strizza l’occhio al camperista di lungo corso, abbandonando la semidinette ormai imperante per riproporre con rinata inventiva l’apprezzatissima e molto razionale per ottimizzazione degli spazi -che in tutti i veicoli ricreazionali, ma soprattutto nei van, è imperativa- dinette tradizionale caratterizzata, sulla sinistra del mezzo, dalla panca anteriore contromarcia piuttosto larga ma non invadente contrapposta al
camper rimor horus ingresso camper rimor horus dinette camper rimor horus dinette
tavolo, elegante nel contrasto tra il bianco avorio del piano ed il caldo nocciola della cornice comune al piano cucina, che risulta sufficientemente ampio anche se piuttosto svasato, ed alla poltroncina singola. Sulla destra -lato portellone scorrevole- la cucina con piano d’appoggio ripiegabile, piano cottura Smev in acciaio a due fuochi e relativo lavello rettangolare risulta funzionale e di comodo utilizzo, nonché sufficientemente illuminata anche portellone chiuso grazie alla finestra di ampie dimensioni inserita nello stesso, all’oblò superiore con zanzariera e, di notte, alla potente unità d’illuminazione dal design moderno composta da due faretti a led orientabili di forma circolare. Sotto al piano cottura, un cassetto per le posate e due comparti di stipaggio garantiscono ampiamente la possibilità di sistemare tutte le chincaglierie necessarie alla cucina, mentre le
camper rimor horus retro camper rimor horus cucina camper rimor horus illuminazione
stoviglie ed i bicchieri trovano comoda collocazione nel grande pensile superiore. Completa la dotazione della cucina il frigo trivalente Dometic posto immediatamente dietro la poltroncina singola, sovrastato da un capiente armadio. Il mobilio, il cui stile ricorda molto quello ben noto agli estimatori della gamma Europeo, risulta piacevole e solido alla vista nel suo color nocciola con venature tendenti al mogano ed ampie maniglie a sviluppo piatto, grigio scure con profili cromati. La dinette nel suo complesso risulta accogliente e ben organizzata, con l’atmosfera casalinga favorita dall’ampia finestra a sinistra che a tutto fa pensare meno di trovarsi in un van, sovrastata da altri due pensili che completano la capacità di stipaggio della zona giorno, incorniciati a sinistra e inferiormente da comparti a giorno con stiloso tondino cromato di contenimento, e ai cui lati sono posizionati due faretti a led orientabili anch’essi cromati. Il rivestimento dei divanetti in ecopelle avorio e tessuto tortora contribuisce notevolmente a rendere l’effetto da accogliente salottino domestico. Webasto e Truma Combi , infine, assicurano una dotazione più che adeguata alle esigenze del mezzo e dei suoi occupanti.
Il bagno:
Posto tra cucina e letto posteriore sul lato destro, il bagno con doccia integrata e porta scorrevole risulta molto meno sacrificato di quanto si potrebbe immaginare. Visivamente, l’effetto è favorito dal contrasto tra il bianco imperante nel rivestimento interno ed il nocciola dell’esterno, mentre ragionando per dimensioni si conclude che non è affatto piccolo. Il mobile-lavabo angolare con profilo portasapone stampato e rubinetto estraibile in acciaio
camper rimor horus bagno camper rimor horus bagno
cromato ha nella parte inferiore due comodi sportelli di stipaggio, che spezzano con il loro metal-grey -che riprende il piatto doccia- ed il profilo cromato il total white dell’interno. Di generose dimensioni risulta la specchiera posizionata di fronte al wc Thetford, sulla cui medesima parete trova posto un ulteriore comparto di stipaggio con chiusura a pulsante cromato. L’areazione è assicurata dall’ampio oblò superiore, mentre alla salvaguardia della porta scorrevole in fase doccia ci pensa una comoda tendina impermeabile.
La zona notte:
E’ la zona posteriore, separata dal resto della cellula da una vezzosa tendina in tinta con la tappezzeria, a differenziare l’Horus 31 ed il 32. Il primo è dotato di due letti a castello sfalsati. Quello superiore è leggermente più grande (mm 1750 x 800) mentre quello inferiore(mm 1850 x 730) è caratterizzato dalla porzione centrale amovibile (lunga 650 mm) che può essere rimossa per aumentare la capacità di carico. Aprendo le porte
camper rimor horus retro camper rimor horus letto camper rimor horus letto
posteriori, si accede al piano di carico ed ai due scomparti laterali con portello, il cui piano superiore funge da piano d’appoggio per il letto superiore. Lo scomparto destro alloggia al suo interno il Webasto 3500, che assicura il riscaldamento del veicolo, mentre il sinistro ospita la bombola del gas. L’illuminazione diurna è assicurata dalle finestre Seitz inserite nei portelli posteriori, mentre quella notturna è garantita da due faretti orientabili a led posizionati a ridosso dell’armadio per il letto superiore e sotto lo stesso per l’inferiore, il primo a sinistra, il secondo a destra. L’ Horus 32 è invece equipaggiato con un letto posteriore matrimoniale trasversale di
camper rimor horus letto camper rimor horus letto camper rimor horus letto
dimensioni più che rispettabili (mm 1850 x 1320) sotto al quale troviamo il piano di carico, leggermente meno capiente della versione a letti singoli (mm 1290 x 550 h 650) e gli scomparti per riscaldatore e bombola. Le finestre in Seitz in questo caso sono tre -la terza è inserita nella parete sinistra-, mentre i faretti a led orientabili sono inseriti nella parete destra immediatamente sotto a due pensili di stipaggio con portello e mensole a giorno sottostanti, con tondino cromato di contenimento, identici ai due posizionati nella parete speculare. Entrambi gli allestimenti possono contare sulla trasformazione della dinette in letto supplementare, che mette a disposizione altri due posti letto.
Conclusioni
Senza nulla togliere al precedente Horus 30, gli Horus 31 e 32 fanno sicuramente fare un salto in avanti alla Rimor nel settore van. Le nuove piante disponibili risultano più adatte a soddisfare le esigenze non solo di coppie giovani o anziane, ma anche di famiglie con pargoletti al seguito. La linea Renault ha aggiunto un tocco di modernità all’esterno, mentre il mobilio estremamente curato, solido a prima vista ma non per questo appesantito nell’estetica, assieme alle nuove tappezzerie che creano un insieme più omogeneo e gradevole, conferiscono agli interni un carattere moderno ma al contempo accogliente. Insomma, il nuovo Horus sembra avere tutte le carte in regola per far innamorare coloro che, stanchi di metrature da bisarca, neofiti dell’ambiente o semplicemente finalmente “liberi” dalla prole ormai autonoma, desiderano avvalersi di un mezzo non impegnativo, caratterizzato da una guida facile e che consenta di ritrovare quello spirito di avventura e di vita alla giornata che i grandi mansardati, i lunghi profilati o i mastodontici motorhome ci han fatto dimenticare, potendo comunque contare su quattro posti omologati, quattro posti letto e tutto l’indispensabile alla vita on the road.
camper rimor horus piante

 

Punteggio: 
0
Average: 0 (0 votes)