camper, camperlife, aree sosta, logo
Facebook Icon Twitter Icon Youtube Icon RSS Icon

Home Notizie e Aggiornamenti  Visite e Viaggi Itineranti
 
Visite e Viaggi Itineranti

Scoprire la Sardegna in camper : Tortolì e la spiaggia di Orrì

Arrivando dalla statale 125 che attraversa la Sardegna appena prima del paese di Tortolì troviamo un bivio che ci porta a questa bellissima spiaggia, famosissima per le acque cristalline e le spiagge bianchissime contornate da rocce levigate e rosse, verso Arbatax e Baia Cea.

Tutto il lungomare in estate è un brulicare di bagnanti, infatti qui si riversano i villeggianti delle cittadine e delle ville vicine, per godere di questo piccolo paradiso. La zona è dotata di numerosi parcheggi liberi e a pagamento e appaiono spesso i cartelli che vietano la sosta dei camper per un ordinanza del Sindaco.
I vari divieti e i parcheggi a pagamento sono controllati da solerti vigili che abbiamo visto più volte all' opera, mentre multavano sia le macchine, che non avevano pagato pur essendo sulle strisce blu, sia i camper, che dopo il primo avviso di allontanarsi rimanevano nella zona vietata. Nella baia ci sono tre aree di sosta; abbiamo soggiornato in 2 delle 3 e abbiamo visitato la terza facendo la spesa al “market”.

La prima area che s'incontra si chiama Tanca Orrì, si trova proprio all' inizio della spiaggia, è vicina a bar, ristoranti e giochi per bambini ed è inserita tra la vegetazione della macchia mediterranea, che divide gli spazi dove si trovano le diverse piazzole.

Da queste piazzole si vede il mare e spesso si sente la brezza che rende piacevoli anche le calde giornate dell' Ogliastra; la spiaggia dista solo 30 metri ed è divisa da una strada locale che costeggia il mare.

Le piazzole sono circa 80, tutte con allaccio elettrico; nel periodo di alta stagione altri posti camper senza il servizio della corrente vengono aperti ai camperisti che arrivano all' ultimo momento. Bisogna sottolineare che pur essendo l’area completa tutti i camper hanno a disposizione uno spazio notevole, che non dà la sensazione di essere in condominio.
Nella zona si trovano alcuni ristorantini e pizzerie bar tabacchi, un piccolo market, edicole, bagni attrezzati e un servizio di pizza "a domicilio” che permettono un soggiorno confortevole.

I servizi offerti sono corrente, docce, bagni, postazioni di lavaggio piatti e carico e scarico delle acque reflue e delle acque nere,; per il carico l'acqua è potabile e i due gestori dell'area sono sempre presenti e controllano che tutto sia perfetto per il comfort degli ospiti.

I costi per la massima stagione sono di 16 euro senza allaccio elettrico, con 2 euro in più si può avere l'energia elettrica.

Proseguendo sulla litoranea per circa 5 km a Baia Cea si trovano le altre 2 aree sosta per camper; la zona è molto verde e bagnata da diversi torrentelli che permettono alla vegetazione di crescere rigogliosa. Il rovescio della medaglia è che portano anche le zanzare - che alla sera imperversano - e vespe che arrivano appena si espone del cibo.

Le due aree sono praticamente adiacenti e, dalla strada litoranea, troveremo prima TERRE ROSSE che abbiamo solo visitato e poi BAIA CEA.
Un consiglio: fate la spesa prima se volete soggiornare in queste aree, altrimenti sarete costretti ad arrivare a Tortolì (10 KM) per trovare un supermarket decente.

Terre Rosse è dotata di piazzole in erba e una struttura importante prefabbricata in legno che fa da bar e “market”. Questa struttura è il centro dell' area camper e funge da punto di ritrovo per i turisti che vi soggiornano; il bar e il market sono gestiti dalla famiglia del proprietario dell' area sosta che ci ha accolti con cortesia.

L'area è in parte ombreggiata da piante d'eucalipto.

L'area si adatta ai migliori standard d' accoglienza per il turista, con acqua in piazzola che permette l'approvvigionamento senza dover spostare il camper o usare le taniche, i bagni separati per sesso sono agevolmente fruibili anche dai disabili. E' attivo anche un servizio lavanderia, con una lavatrive a gettone.

Il market (a dire il vero non molto fornito), ha comunque quasi tutto il necessario per sopravvivere e pane fresco tutti i giorni, comprese anche le sigarette. Sono a disposizione degli ospiti due autovetture a noleggio con prezzi molto popolari per potersi recare a Torolì a fare la spesa.

L'area di carico e scarico è del tipo a griglia carrabile, con relative fontanelle dell'acqua, l'acqua è potabilizzata.

L'organizzazione dell'area di sosta Rocce Rosse propone due volte a settimana cene a base di prodotti tipici della terra Sarda: la cena sarda e la cena marinara.

Un piccolo parco giochi per i bambini completa la struttura che si trova a circa 100 Mt dalla spiaggia su strada bianca.

Il costo in alta stagione (1° agosto/31 agosto): €. 20,00

Baia Cea da noi scelta come prima opzione è un area posizionata sotto un boschetto d'eucalipti. A dire il vero queste piante di ombra ne fanno poca visto che le piante sono malate e il fogliame sugli alberi è rado e cade in quantità.

L'area che sulla carta decantava diversi servizi, a dire il vero non si è assolutamente dimostrata all' altezza , le piazzole non sono delimitate e in piena stagione al posto di parcheggiare 50 mezzi arrivano a parcheggiarne 100.

Praticamente i camper vengono parcheggiati talmente ridossati che, come mi è successo, per fare uscire il vicino la mattina dopo ho dovuto richiudere la veranda altrimenti non sarebbe riuscito a passare.

l punti di forza della struttura sono la vicinanza alla spiaggia, in convenzione con l'area di sosta, un bar e un ristorante sempre della stessa concessione demaniale.

I servizi forniti sono quelli classici: allaccio elettrico, scarico e carico di acqua, docce fredde e calde (per una doccia calda occorre una moneta da un euro). In merito al carico dell'acqua con grande rammarico ci siamo resi conto solo dopo aver approvvigionato che quella immessa nel serbatoio non era potabile, nè potabilizzata. Quando ci siamo spostati a Villasimius abbiamo dovuto infatti sciacquare il serbatoio di carico per liberarlo dalla sabbia che era stata immessa.

C'è anche un servizio wifi gratuito che però non soddisfa le esigenze, essendo lentissimo. La riprova è che con il collegamento da chiavetta (notoriamente lento) siamo riusciti a stabilire una connessione sicuramente più veloce del wifi proposto.

E' possibile prenotare il pane, che arriverà puntuale il giorno dopo, ma per il resto se avete finito le scorte o ci si sposta con il camper o ci si deve servire del ristorante!
In merito al ristorantem avendo dato uno sguardo al menù e quindi ai prezzi possiamo affermare che non è proprio a buon mercato. Speriamo che almeno la struttura di ristorazione abbia installato un impianto di potabilizzazione.

La spiaggia, divisa tra libera e attrezzata (privata a pagamento costa 8 € in convenzione con l’area) è davvero bella.

Un inciso invece merita il servizio di tenuta dei gommoni. Un inciso negativo, dato che, pur avendo pagato in anticipo per due giornate di noleggio dell'ombrellone e lo spazio per il gommone a riva (ben 21 euro) abbiamo subito le conseguenze di una disputa interna tra il gestore e il bagnino e nonostante avessimo già gonfiato, attrezzato e portato sulla spiaggia il gommone abbiamo dovuto riporre il tutto ed andarcene dalla spiaggia.
L'episodio merita una breve spiegazione: su nostra richiesta il bagnino aveva offerto dei servizi, che il gestore, qualche ora dopo, ha sconfessato in quanto da questi ritenuti non dovuti. Secondo il suo punto di vista infatti la somma dovuta era relativa alla sola "sosta" dell'imbarcazione sulla spiaggia, senza alcuna custodia e quindi alla mercè di chiunque volesse appropriarsene o arrecar danno. Dulcis in fundo i 21 euro corrisposti per il servizio sono stati si annotati sul loro quaderno ma non ci è stato consegnato alcun documento fiscale.

Il nostro consiglio è quello di non lasciare il gommone in spiaggia, chi lo volesse ugualmente "gonfiare" sappia che alla sera deve riportarsi tutto al camper.

Il prezzo in alta stagione di quest' area è di ben 23 euro al giorno e 1 euro per ogni ora in più rispetto alle 24 ore dall' ingresso.

 

In conclusione, la zona è veramente meritevole di una visita e di una sosta di almeno un paio di giorni: mare e panorami stupendi.
Quest'anno, rispetto ai precedenti, probabilmente anche a causa la lievitazione dei prezzi dei traghetti, la zona non è particolarmente affollata ed è godibile anche durante il mese di agosto, notoriamente quello di massima affluenza.

Lasciamo invece a voi la scelta della struttura di sosta dove soggiornare, anche sulla base dell'esperienza personale di cui vi abbiamo voluto mettere a parte.

  




Autore: A.M.
Data: 11/08/2011
 
 
Dai la tua valutazione alla notizia:
alien
non voglio commentare ma solo dir la mia su un posto che pensavo/speravo fosse all'altezza. due anni fa ci sono stato io pure e .. ce ne siamo scappati. camper addossati l'uno all'altro.. per far uscire il vicino dovetti ritirare tutto.. finanche il tavolo.. e non parliamo poi della cortesia del gestore.. mammaliturchi...
11
Ago
johnPV1
Io l'anno scorso sono stato all'area di sosta terre rosse per tre-quattro giorni e mi sono trovato MOLTO BENE. Ottima ombra, spazi ben divisi, personale cordiale. Se ci ripasso di sicuro mi fermo.
12
Ago
sardegna61
Noi andiamo spesso alla Tanca di Orrì. Sicuramente è questione di abitudine, ma alla pace e all'isolamento di Cea noi preferiamo poter uscire a fare una passeggiata alla sera e magari prendere un gelato in uno dei tanti localini che si trovano sulla spiaggia. Sulla cortesia e disponibilità del gestore, non posso che confermare!
12
Ago
soloio
Quale posto, qui si parla di tre diversi e distinti siti
12
Ago
campercross
Tanca di orri saltata a piedi pari, impossibile entrare negli ultimi giorni e sosta in libera sul tratto tra il porto industriale di Arbatax zona Rocce Rosse e l'Ittiturismo della Coop dei Pescatori locali dove tra l'altro si mangia da favola nel loro ristorante
13
Ago
rimedia
Da baia cea siamo scappati in seguito a invasione di formiche e vespe a malincuore perche'la spiaggia meritava sicuramente un soggiorno piu' lungo. altra nota a sfavore di baia cea e' la corrente che nonostante facciano pagare ben 3€ ha un valore di tensione che si attesta sui 185 Volts che non fanno funzionare bene il frigo e che quindi ho dovuto far funzionare a gas (n.b. l'area e' stata visitata in data 5/8/12 ed era piena per meta'). Ora mi trovo al Tanca di orrì vivibilissimo veramente ben curato e tenuto. gestori disponibilissimi. mare spendido.tornero' sicuramente nei prossimi anni.
08
Ago
 
 
 
Footer Image
HOME | CHI SIAMO | CONTATTA LA REDAZIONE | PARTNERS | REGISTRATI | FAQ | CAMPER
 
RSS: Aree di Sosta | Notizie ed Aggiornamenti | Download | Forum
SERVIZI: Store on line | Sottoscrizione Tessera Camperlife | Lista Convenzioni | Mercatino| Noleggio Camper

Privacy| Mappa del sito

©2008-2012 Camperlife.it | P.I.06551220962
E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica