camper, camperlife, aree sosta, logo
Facebook Icon Twitter Icon Youtube Icon RSS Icon

Home Notizie e Aggiornamenti  Visite e Viaggi Itineranti
 
Visite e Viaggi Itineranti

Roma antica, itinerario in camper per tutte le stagioni

Torna alla Home page di Camperlife.it
 
Vai all'itinerario della Roma nascosta
 
Visita la sezione itinerari di Camperlife.it
 

Tra le nostre mete in camper non può mancare Roma.

Roma Capitale, Roma Catup Mundi o semplicemente Roma, la Roma antica che almeno una volta nella vita si deve visitare. Vi forniamo una breve guida per poterlo fare in piena autonomia

Senza la pretesa di crederci guide turistiche vogliamo quindi accompagnarvi a visitare una delle città più conosciute al mondo. Roma Capitale d'Italia e cuore politico della Nazione ma anche e soprattutto culla della cultura, nei secoli esportata in tutta Europa.
La sua storia dura da circa 34 secoli quindi è davvero difficile visitarla in poco tempo e ci vorrebbe qualche mese per visitarla a fondo.
Cercheremo anche di aiutarvi a scoprirne i principali monumenti.

Dopo aver sistemato il nostro camper in una delle numerose
soluzioni di sosta che Roma offre, per i nostri spostamenti utilizzeremo senza dubbio le linee della Metropolitana. E' anche possibile utilizzare i bus del servizio pubblico di superficie ovviamente, ma la nostra preferenza va alla Metro, più veloce e sicuramente meno inquinante.

Non è pensabile di poter circolare per le vie del centro con il camper, anche perchè la quasi totalità della zona storica è sottoposta a limitazioni di traffico.
Attenzione: i varchi di accesso sono controllati elettronicamente, così come la maggior parte delle corsie preferenziali riservate agli autobus di linea.
Ci piace iniziare il nostro breve itinerario dalla zona del Colosseo, il cuore della Roma antica, che raggiugneremo con la Linea B della Metro, per poi muoverci a piedi nei dintorni.
Il Colosseo è il simbolo di Roma.
Il nome corretto è Anfiteatro Flavio ma è comunemente detto Colosseo per via di una enorme statua (colossum) rappresentante l'imperatore Nerone che sorgeva proprio in quel posto prima che l'anfiteatro stesso venisse edificato. A parte qualche notizia di carattere storico non ci sono grandi cose da dire su questo monumento: è solo da visitare, magari stando attenti a non lasciarsi convincere da qualche "cicerone" improvvisato e da qualche flcloristico centurione in perfetta tenuta di gala.
Nei pressi del Colosseo, sul Colle Oppio, si trova la Domus Aurea. Fu fatta costruire da Nerone dopo il grande incendio che devastò Roma nel 64 d.c. e che ne fece la residenza dell'imperatore.
A poche centinaia di metri dal Colosseo troviamo il Foro Romano, vero centro politico e religioso dell'antica città e oggi uno dei principali parchi archeologici della metropoli. I Fori Imperiali, edificati nel periodo della Roma imperiale, sono visibili percorrendo la via dei Fori imperiali che termina in Piazza Venezia. Sono tali e tante le cose da vedere che non si può far altro che invitarvi a visitarle.
Colosseo Domus Aurea Fori Imperiali
 
Poche centinaia di metri da percorrere a piedi attraverso i resti dell'antica Roma e ci troveremo sul Colle immediatamente sopra al Foro, che è il Campidoglio, al culmine del quale trovere la famosa - omonima - piazza, disegnata da Michelangelo Buonarroti.
 
Al centro della piazza v'è la statua equestre di Marco Aurelio, qui collocata da Michelangelo che volle spostarla dalla precedente collocazione, in piazza San Giovanni.
 
La piazza raccoglie ai suoi margini alcune vere perle architettoniche, una di queste è il Palazzo Senatorio, attuale sede del Municipio di Roma.
Altre strutture di rilevanza storica ed architettonica che insistono sulla piazza sono i Musei Capitolini. I palazzi divennero musei papalini intorno al 1400 ma dai primi decenni del '700 divennero pubblici. Furono i primi musei pubblici al mondo.
Proseguiamo a piedi percorrendo ancora poche centinaia di metri sino a Piazza Venezia. Noterete una grande costruzione in marmo, completamente bianca. Immaginiamo avrete già riconosciuto il Vittoriano in tutto il suo splendore. Il gigantesco monumento è dedicato a Vittorio Emanuele II ma è noto a tutti gli Italiani con il nome di Altare della Patria.
Tutti voi conoscerete di certo la storia del nome ma non vi tediate, ci piace ricordarla.
Il 4 novembre del 1921 la salma di un soldato non identificabile caduto sul fronte della Grande Guerra fu tumulato all'interno del Vittoriano, in memoria delle eroiche gesta compiute dai soldati caduti per la Patria e per la Libertà. Nel corso degli anni '30 del secolo scorso la bara fu spostata nella cripta interna, ove attualmente si trova, denominata "Sacello del Milite Ignoto". L'Altare della Patria è onorato da un picchetto d'onore.
Il Vittoriano è contornato, tra le altre, di statue che rappresentano le Regioni e le città nobili dell'Italia.
Una visita è d'obbligo. Godetela per adesso con una bella immagine a 360° -
cliccate qui - e poi - cliccate qui - per un panorama mozzafiato dalla terrazza del monumento.
Torniamo ora verso il Colosseo, sino al Colle Palatino. E' qui che secondo la leggenda la Lupa allattò Romolo e Remo nella grotta del Lupercale. Un mito, è vero, che però ha dei fondamenti storici dato che nel 2007 tale luogo è stato individuato durante i lavori di messa in sicurezza del Palazzo di Augusto, oggi in rovina. Sempre secondo la leggenda è qui che Romolo ha dato origine a Roma, edificandovi le prime abitazioni e le fortificazioni a difesa.
Il Palatino era il luogo ove sorgevano le residenze patrizie dell'antica Roma, vi sono state edificate numerose ville dagli imperatori che si sono susseguiti. Percorrendone le vie si possono vedere i resti di queste monumentali costruzioni della Roma imperiale.
Spostiamoci ora a valle di poche centinaia di metri da parcorrere sempre a piedi dal Colle Palatino per raggiungere il Circo Massimo, ricavato nell'ampia vallata che poi risale verso il Colle Aventino. Era il luogo dedicato alle manifestazioni equestri e la leggenda narra che proprio in questo posto avvenne il ratto delle Sabine.
Il Colle Aventino, dirimpetto al Colle Palatino, è invece il luogo dove in origine risiedeva la plebe romana. Con l'era imperiale, complice anche l'espansione, anche questo colle venne occupato dai patrizi.
 
Una piccola curiosità.
 
Quello che vedete qui accanto non è un fotomontaggio. Andate sull'Aventino, in piazza Cavalieri di Malta e cercate il portone d’ingresso del Sovrano Ordine di Malta. Avvicinate l'occhio al buco della serratura e potrete vedere quel che qui riportato in foto: la cupola di San Pietro incorniciata dalla bellissima siepe del giardino del palazzo dei cavalieri di Malta.
E' un rito per tutti, romani e stranieri, e i segni sul portone ne sono chiara testimonianza (il diametro della serratura è circa 2,5cm).
Piazza del Campidoglio Altare della Patria Circo Massimo

Informazioni operative

Colosseo:
Orari:
Piazza del Colosseo 1
8.30-16.30 dal 2/1 al 15/2
8.30-17.00 dal 16/2 al 15/3
8.30-17.30 dal 16/3 all'ultimo sabato di Marzo
8.30-19.15 dall'ultima domenica di Marzo al 31/8
8.30-19.00 dal 1/8 al 30/8
8.30-18.30 dal 1/10 all'ultimo sabato di Ottobre
8.30-16.30 dall'ultima domenica di Ottobre al 31/12
Costi: € 12,00 Intero
€ 7,50 Ridotto

Domus Aurea:
Orari:
Costi:
Via della Domus Aurea - Giardini di Colle Oppio
dalle 9.00 alle 19.45
€ 5,00 (prenotazione obbligatoria € 1,00) Tel. :0639967700

Musei Capitolini:
Orari:
Costi:
Piazza del Campidoglio 1
Mar-Dom ore 9.00-20.00 La biglietteria chiude un'ora prima
€ 6,50 Intero
€ 4,50 Ridotto
Info 060608

Per arrivare: Metropolitana linea B fermata colosseo bus 60 - 75 - 85 - 87 - 117 - 271 - 571 - 175 - 186 - 810 - 850 - C3
Spostiamoci adesso verso la parte più “moderna” del centro storico: via del Corso e quel che si trova nei pressi.
Scendendo dalla Metropolitana alla fermata Spagna ci si trova direttamente in piazza di Spagna dalla quale parte la famosa scalinata di Trinità dei Monti e che termina davanti alla Chiesa omonima. Ai piedi della scalitana c'è la fontana detta "della barcaccia", opera del Bernini che risale al 1627.
Sul fondo della piazza si apre via del Babuino, che prende il nome dall'usanza popolare di definire con spregio una fontana "brutta come er babuino", voluta da uno dei Pontefici. Se la percorriamo raggiungeremo Piazza del Popolo, al centro della quale si erge l'Obelisco Flaminio, uno dei 13 obelischi più antichi di Roma. La piazza è scenario di numerose manifestazioni, compresi i festeggiamenti dell'anno nuovo. Piazza del Popolo è il risultato di numerosi lavori di sistemazione e la si deve al progetto del Valadier, che la completò, unitamente ai giardini del Pincio, intorno al 1830.
Da piazza del Popolo si accede per il tramite di una scalinata ai giardini del Pincio (o Colle Pinciano), confinanti con il maggiore parco di Villa Borghese. Questo luogo è famoso per la terrazza panoramica che sovrasta la piazza del Popolo e dalla quale si ha una spettacolare sky-line di roma e della città del Vaticano, che in liena d'aria dista pochissime centinaia di metri. Una passeggiata per i viali del giardino vi permetterà di incontrare numerosi personaggi che hanno fatto la storia d'Italia, anche se di questi personaggi potrete vedere solamente i busti.
Terminata la visita potremo riprendere la Metropolitana (linea A) nell'adiacente stazione Flaminio oppure avviarci a piedi lungo via del Corso verso le vie più famose (dal punto di vista commerciale) della capitale: Via Frattina e via dei Condotti. Qui sono concentrate le più grandi firme della gioielleria, della pelletteria e dell'abbigliamento. Specie nei week end sarete immersi in una fiumana di turisti che girano per questi vie e si soffermano davanti alle vetrine sfarzosamente allestite.

Più o meno a metà di via del Corso si arriva a piazza Colonna. Questa piazza, come anche il quartiere di cui fa parte, deve il nome alla colonna di Marco Aurelio che qui è stata eretta sin dall'antichità.
Ma la piazza è anche la sede del cuore politico nazionale. Si aprono da questa piazza infatti gli accessi a Palazzo Chigi, sede del Governo nazionale. Poche decine di metri più avanti c'è piazza di Montecitorio, sede del Palazzo Montecitorio, sede della Camera dei Deputati del Parlamento italiano.

Dalla piazza Colonna si accede anche alla ex galleria Colonna, oggi galleria Alberto Sordi.
Da questa piazza ci troviamo a meno di 500 metri da Fontana di Trevi: non possiamo rinunciare ad una visita ad una delle fontane italiane più famose nel mondo. E' settecentesca, opera di Nicola Salvi, ed ha per oggetto il mare. E' un'opera di bellezza unica. La fontana appare in diversi film ormai passati alla storia, citiamo la Dolce Vita di Fellini tra i tanti e la scena di Anita Ekberg che vi si bagna. L'acqua, quando fu costruita, vi arrivava dall'acquedotto Vergine, di epoca romana e più volte ristrutturato. Nel 2007 un vandalo ne insozzò le acque di un colorante rosso, per protesta contro gli sprechi dell'amministrazione capitolina. Fortunatamente il colorante non ha intaccato i marmi e la fontana dopo un paziente lavoro di lavaggio è tornata allo splendore di sempre.

E' uno dei luoghi più visitati di Roma, per cui non vi aspettate una romantica e solitaria visita, a meno che non intendiate andarci tra le 3 e le 6 del mattino! - guardatela ora con street view -
Torniamo sui nostri passi e riguadagnamo Piazza Colonna. Poche centinaia di metri lungo via dei Pastini ci porteranno in piazza della Rotonda e quindi al Tempio di tutti gli Déi,: il Pantheon. E' l'unico edificio della Roma antica giunto sino a noi nella sua interezza.
E' un gioiello e vero capolavoro d'ingegneria, se si considerano le conoscenze dell'epoca. Non ci dilunghiamo in descrizioni, dovete visitarlo.
Piazza di Spagna Piazza del Popolo Fontana di Trevi Pantheon
Se si è buoni camminatori (e lo siamo certamente, considerato che sino ad ora si è percorsa molta strada a piedi) si deve fare un altro piccolo sforzo e raggiungere piazza Navona. In fondo, da piazza della Rotonda, dista poco meno di 500 mt!
La piazza è costruita su quello che in epoca imperiale era lo stadio di Domiziano. E' un altro luogo magico della Roma dei giorni nostri, un altro appuntamento a cui non si può mancare.
Al centro della piazza: la fontana dei Quattro Fiumi (Danubio, Gange, Nilo e Rio della Plata) del Bernini. Sulla piazza ci sono altre opere di non minore importanza e anche palazzi e residenze signorili d'epoca barocca. Alle spalle della piazza c'è Palazzo Madama, residenza del Senato della Repubblica.
Piazza Navona è ogni anno sede dei mercatini di Natale e del mercato della Befana. - cliccate per vederla a 360° -
Se proprio non aveste voglia di camminare a piazza Navona si può arrivare col bus 87 dalla fermata Colosseo, col bus 492 da piazza Barberini e col bus 70 dalla stazione termini. Dal vicinissimo Corso Vittorio potrete poi prendere altri bus che vi porteranno sia verso la stazione Termini (crocevia della metropolitana) sia verso la Città del Vaticano e quindi verso le stazioni di metropolitana Ottaviano e Lepanto.
Nel nostro girovagare tra le antichità siamo arrivati molto vicini al Tevere, verrebbe quasi da dire ad un tiro di schioppo! siamo quindi veramente a due passi dalla Città del Vaticano, che si trova sulla sponda opposta, a poche centinaia di metri da Piazza Navona.
Tutti sappiamo che è un'enclave del territorio della nostra Repubblica, alla quale venne riconosciuta sovranità ed indipendenza coi Patti Lateranensi del 1929. Anche se non si direbbe la forma di Stato in vigore è quella della monarchia assoluta. Ci arrivate attraversando il Tevere da Ponte Vittorio e possando accanto al possente Castel Sant'Angelo.
L'attuale Basilica di San Pietro è stata eretta laddove la tradizione vuole che sia stato sepolto San Pietro , crocifisso sotto Nerone nel Circo. Per costruirla ci vollero oltre cento anni, (1506/1626) e fu eretta al posto di una basilica preesistente fatta costruire dall'imperatore Costantino. La piazza così come la conosciamo noi è opera del Bernini e fu completata solo cinquant'anni dopo la consacrazione della Basilica stessa.
E' una delle costruzioni più grandi esistenti al mondo e alla sua costruzione lavorarono alcuni tra i geni indiscussi del periodo rinascimentale: Bramante, Raffaello, Michelangelo e Bernini.
La basilica è visitabile gratuitamente tutti i giorni dalle ore 7.00 alle 18.00 (tranne il mercoledì,se c'è l'udienza del papa, in questo caso apre dopo le 12.00). All'interno della basilica sono raccolte tantissime opere e monumenti. Le visite ai musei vaticani sono invece a pagamento. Inutile dire che le opere conservate all'interno dei musei sono innumerevoli e di inestimabile valore.
Anche la cupola che sovrasta la basilica è visitabile e la vista che se ne gode, dall'alto dei 130 metri, è impagabile. Si arriva sulla sommità salendo centinaia di gradini e in posizione curva, seguendo la volta della cupola stessa. E' accessibile dalle ore 08.00 sino ad un ora prima del tramonto. L'accesso è a pagamento.
Castel Sant'Angelo, poche centinaia di metri dopo il colonnato, è una vera e propria fortezza, trasformata dall'originaria funzione di monumento funebre all'imperatore Adriano. Nel corso dei secoli ha assolto anche la funzione di carcere: uno fra tanti prigionieri illustri fu Giuseppe Balsamo, conte di Cagliostro.

Piazza Navona Basilica di San Pietro Castel Sant'Angelo
Informazioni operative
Musei Vaticani:
Orari:

Viale del Vaticano
Dal lunedì al sabato ore 9.00-16.00
Ultima domenica del mese ore 9.00-12.30 gratuito

Chiusi il: 1 , 6
11
19
4 , 5
1
29
14 , 15
1
8 , 25 , 26
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
agosto
novembre
dicembre
Costi: € 15,00 Intero
€ 4,00 Ridotto
Sito:
Per arrivare:

Castel Sant'Angelo:
Orari:
Costi:
Per arrivare:
Sito:
mv.vatican.va/2_IT/pages/MV_Home.html
Metropolitana linea A fermata Ottaviano Bus 62

Lungoteve Castello 50
Dal matedì alla domenica dalle ore 9.00 alle 19.00 , la biglietteria chiude alle 18.30
€ 5,00
Metropolitana linea A fermata lepanto Bus 40
www.galleriaborghese.it/castello/it/info.htm

Abbiamo fatto sicuramente un bel giro per la città antica, la città eterna. Abbiamo avuto l'opportunità si soffermarci nei principali siti della Roma antica, camminando ripetutamente sulla Storia.
Assolti i nostri doveri culturali resta da fare un bel giro in alcune località tipiche, degne di esser visitate anche dopo aver visto tutta questa bellezza.
Iniziamo da uno dei quartieri popolari più famosi.

Trastevere

E' il tredicesimo quartiere di Roma e lo trovate a sud della Città del Vaticano. In verità non è distantissimo da questa, due chilometri al massimo per entrare nel quartiere.
Trastevere già di per sè significa al di là del Tevere, proprio perchè il quartiere già in epoca romana era stato edificato lontano dalla città antica.
Avventuratevi per le viuzze coperte di sanpietrini (il caratteristico acciottolato che ricopre le vie di Roma). E' il quartiere che ha dato vita a Rugantino "sverto co le parole e cor cortello" e per ricordare un illustre nostro contemporaneo ha visto crescere Carlo Alberto Salustri, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Trilussa. Il busto che lo ricorda il poeta lo trovate nella piazza a lui dedicata, all'inizio del quartiere, poche centinaia di metri dopo Regina Coeli. Alcune poesie sono state rese celebri anche dai cantautori dei giorni nostri. Uno fra tanti è il brano Ninna Nanna della Guerra, cantato da Claudio Baglioni (
clicca per ascoltarla).
La zona è anche costellata di ristoranti e trattorie tipiche, dove ancora oggi si può mangiare (a menù fisso) a prezzi popolari.

Il Gianicolo

E' il colle che domina il quartiere Trastevere. Nei secoli ha subito numerose trasformazioni ed all'indomani dell'Unità d'Italia sulla sommità del colle è stato ricavato un parco pubblico. Tra i monumenti presenti è da citare la statua equestre di Garibaldi e quella di Anita, nel cui basamento furono posate anche le sue ceneri. Lungo il viale che scende verso la Città del Vaticano sono stati collocati i busti di numerosi componenti la spedizione dei Mille.
Sul lato del colle che guarda il Tevere e la città nel 1911 fu eretto un faro, conosciuto come il Faro di Roma, dono degli Italiani emigrati in Argentina. E' visibile dal calar del sole, quando proietta un patriottico fascio di luce rossa, bianca e verde.
Un altro elemento caratteristico del luogo è la cannonata di mezzogiorno. Ogni giorno alle 12 in punto viene sparata una salva di cannone. Una tradizione che risale al 1847, quando l'allora Papa Pio IX la introdusse per segnalare a tutti i parroci l'ora giusta per suonare le campane a mezzogiorno. Usanza che si è interrotta solo a cavallo della II^ guerra mondiale ed è stata ripristinata nel 1959, in occasione del 2712° anniversario della fondazione di Roma.

Campo dei Fiori

Chi non ha mai sentito parlare della Piazza di Campo dei Fiori a Roma dalle parole di Lando Fiorini? La piazza deve la sua fama all'episodio che vide il filosofo Giordano Bruno arso sul rogo dall'Inquisizione, accusato di eresia, nel 1600. A ricordo dell'esecuzione che vi fu eretta nel 1889 e posta nel centro del Campo dei Fiori su iniziativa del poeta Pietro Cossa ed opera dello scultore Ettore Ferrari.
La piazza non esisteva in epoca romana ma è stata voluta da uno dei papi a cavallo tra il 1400 e il 1500.
Campo dei Fiori pur trovandosi nelle vicinanze di Piazza Navona è lontana dai più consueti itinerari turistici,. Rappresenta però uno dei luoghi dove Roma (e i romani) si manifestano nel loro carattere più autentico sia dal primo mattino con il mercato all'aperto, fino a notte inoltrata con le offerte turistiche di bar, ristoranti e trattorie della zona.

Il Belvedere dello zodiaco

E' in verità Monte Mario il vero belvedere, dato che questo luogo denominato Zodiaco è sulla sommità del colle, a 139 mt s.l.m. Da un terrazzamento ricavato si gode di una vista mozzafiato di Roma, sia di giorno che di notte, quindi potrete ben immaginare che è uno di quei luoghi dove difficilmente potrete sentirvi soli. Purtroppo (o per fortuna) vi si arriva per una strada decisamente non agevole e molto ripida se presa dal lungotevere. Consigliabile non avventurarsi in camper.

La Bocca della Verità

E' un mascherone in marmo raffigurante un uomo con la barba i cui occhi, naso e bocca sono cavi e forati. La tradizione popolare narra che la bocca del mascherone morda le mani delle donne che hanno tradito il proprio marito. Per cui era meta di coppie le cui donne erano in odore di adulterio. Si trova nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin, a poche centinaia di metri dal Circo Massimo.

Le "statue parlanti” di Piazza Pasquino

Ovviamente non in senso letterale ma per mano di buontemponi che nel passato appendevano a questa statua ( di orgine greca,ritrovata durante scavi di sistemazione nel 1500) ironiche rime in versi contro i potenti Papi del rinascimento. Le pasquinate, così vengono chiamate le frasi in versi dialettali in realtà sono cessate all'indomani dell'Unità d'Italia anche se occasionalmente sono riapparse in momenti storici molto particolari. Piazza Pasquino si trova all'estremità sud di piazza Navona.
Se poi volete fare un giro nel quartiere dove è ambientata la fiction I Cesaroni sappiate che l'esterno della bottiglieria Cesaroni è nella realtà l'entrata del Roma Club Garbatella in Piazza Giovanni da Triora 6 -
cliccate qui.
Non dimenticate di trovare il tempo per fare un salto ai mercatini rionali di Porta Portese (la domenica) e di San Giovanni (tutti i giorni).
Vi abbiamo preparato una breve raccolta sui luoghi miesteriosi o semplicemente di curiosità su Roma. Potrete utilizzarli per completare la vostra visita -
vai alla pagina -

La Periferia di Roma

Poco fuori Roma troverete Ostia Antica. Sono di grande interesse il castello di Giulio II con il borgo medievale e gli scavi archeologici che sono secondi solo a quelli di Pompei.
L'ingresso al castello è gratuito.
La visita si effettua accompagnati da un addetto alla vigilanza, per un massimo di 30 persone a visita, nei seguenti orari:
- alle ore 10:00 ed alle ore 12:00
- il martedì e giovedì si effettua una visita anche alle ore 15:00 .
Il castello è chiuso tutti i lunedì e nei giorni 1° Gennaio, 1° Maggio e 25 Dicembre
Gli scavi di Ostia Antica si trovano in via dei Romagnoli 717, sono chiusi tutti i lunedì e nei giorni 1° Gennaio, 1° Maggio e 25 Dicembre.
 
Orari: Gennaio e febbario , novembre e dicembre dalle 8.30 alle 16.00
Marzo dalle 8.30 alle 17.00
Dall'entrata in vigore dell'ora legale (ultima domenica di Marzo) a Ottobre dalle 8.30 alle 18.00
Dall'ultima domenica di Ottobre (fine dell'ora legale) al 1 Novembre dalle 8.30 alle 17.00
Costi: € 6,50 Intero
€ 3,25 Ridotto
L'entrata è gratuita per i cittadini dell'Unione Europea minori di 18 anni e maggiori di 65.
Come arrivare: In metropolitana ammettendo che siate al centro di Roma, ad esempio a Termini, dovete prendere la linea B direzione Laurentina fino a Magliana (impieghera' circa 7 minuti) e da Magliana prendere il trenino per Lido d i Ostia fino ad Ostia Antica (impieghera' circa 20 minuti). Appena usciti dalla stazione vi troverete difronte un sovrappasso pedonale blu attraversatelo e continuate ad andare sempre dritti, arrivati alla fontanella attraversate la strada e proseguite fino al cancello degli scavi (meno di 2 minuti).
Il comune di Roma ha promosso la carta Roma Pass che consente ai turisti di esplorare Roma in tutte le sue sfaccettature culturali.
Al costo di 23€ è possibile usufruire di riduzioni e servizi turistici:
- Entrata gratuita nei primi due musei e/o siti archeologici a scelta e consecutivi;
- Ingresso ridotto per i musei e/o i siti archeologici successivi e consecutivi;
- Accesso gratuito ai mezzi di trasporto ATAC (superficie,metro A-B,treni interni al territorio urbano del comune di Roma,a eccezione delle linee Cotral e TrenItalia) ;
- Molti sconti per mostre ed eventi.
La durata della carta è di 3 giorni dal momento della convalida.
Roma Pass è in vendita presso:
- Tutti i Musei e siti del circuito
- Punti Informativi Turistici del Comune di Roma:
- APT - Azienda di Promozione Turistica di Roma (Via Parigi, 5)
- Bioparco - Giardino Zoologico di Roma
- Complesso del Vittoriano
- Trambus Open - Piazza dei Cinquecento
Le metropolitane di Roma viaggiano dalle ore 5,30 alle 23,30.

C'è un altro modo per visitare il centro della città evitando le camminate che vi abbiamo proposto sino ad ora, ed è quello di servirsi del Trambus Open. E' un servizio reso da una delle municipalizzate di Roma attraverso autobus scoperti che vi permettono di muovervi per la città e di decidere in qualsiasi momento di approfondire la visita per poi risalire sull'autobus successivo, dato che si muovono con una frequenza di circa 15 minuti l'uno dall'altro.

Per saperne di più visitate il sito dell'azienda
www.trambusopen.com. Il servizio è a pagamento.

Sostare in camper a Roma

Questo è un elenco, sicuramente incompleto, sulle possibilità di sosta in camper a Roma. Alcune delle soluzioni riportate hanno stipulato accordi di convenzione con CamperLife.it. Vi invitiamo a visitare la nostra pagina delle convenzioni per aver informazioni più aggiornate o comunque, considerato che sono sempre più frequenti gli aggiornamenti di scaricare gratuitamente gli aggiornamenti per il vostro navigatore satellitare e di di utilizzare il dbase di CamperLife.it
Camper Club
Antichi Casali
CONVENZIONATO Area a poche centinaia di metri dall'uscita A24, in campagna, nei pressi della stazione di Lunghezza, dalla quale si può raggiungere Roma in pochi minuti.
- dettagli area -
Camper Club Miralago Roma Est CONVENZIONATO A meno di un km dal casello A24 di Lunghezza, in ampia area con laghetti di pesca sportiva e ristorante. Nei pressi della stazione di Lunghezza, dalla quale si può raggiungere Roma in pochi minuti.
- dettagli area -
Prato Smeraldo: CONVENZIONATO Vicino al parco archeologico dell'Appia Antica
- dettagli area -

Ippocampo CONVENZIONATO a Netturno, ben collegata con Roma
- dettagli area -
LGP: Presso il centro vendita omonimo - Via Casilina 700 - dettagli area -
Camping
Internazionale Castelfusano
CONVENZIONATO a 3 km da Ostia
- dettagli area -

Camping Fabulous: CONVENZIONATO Sulla strada che collega Roma ad Ostia poco fuori città
Via Cristoforo Colombo Km 18 - dettagli area -
Camping Village Roma:

CONVENZIONATO via Aurelia 831, a poche centinaia di metri dal Raccordo Anulare e a circa 3 Km dalla Città del Vaticano a cui è collegato oltre che con i mezzi pubblici anche con navetta privata.
GPS N41.887747 E12.404981

CampingVillage Flaminio CONVENZIONATO via Aurelia 821, a poche centinaia di metri dal Raccordo Anulare e a circa 3 Km dalla Città del Vaticano a cui è collegato oltre che con i mezzi pubblici GPS N41.95617 E 12.482396 - dettagli area
Park Air Terminal: CONVENZIONATO Nel cuore della città - Piazzale 12 Ottobre 1492 - dettagli area -
Park le terrazze: A meno di un km dall'uscita ardeatina del GRA
Via di Fiornello 170
Easy Parking: CONVENZIONATO custodito giorno e notte, con servizi per camperisti, a due passi dal Colosseo
Via Cristoforo Colombo 170 - dettagli area -
Area Camper
Il Sassone
:

CONVENZIONATO - Si trova a Ciampino a due passi dalla linea FR2 con capolinea a Roma Termini che si raggiunge con 22 min di treno. - dettagli area -

 

Hotel Metrò Roma: Presso l'omonimo hotel Via di Rebibbia 18 in Via di Rebibbia 18, ampio parcheggio con possibilità di usufruire di acqua ed elettricità. Prenotazione obbligatoria - dettagli area -
Parcheggio: Via delle Terme di Caracalla angolo via Antonina - solo parcheggio
GPS: 41°52'53''N 12°29'33''E


 

Le immagini sono state attinte da Wiki. Sono riconosciuti i diritti di proprietà intellettuale ai legittimi detentori anche se non espressamente citati.



Autore: e.c. & s.g.
Data: 16/12/2010
 
 
Dai la tua valutazione alla notizia:
abbondia
COMPLIMENTI OTTIMO LAVORO,soprattutto per le indicazioni dei mezzi pubblici ,degli orari e dei costi..bravibravibravi
16
Dic
johnPV1
Oramai non serve più comprare giornali in edicola, basta andare online su CL per avere articoli turistici ad alti livelli. Io adoro Roma e leggere un articolo del genere non fa altro che accrescere la mia voglia di tornarci il prima possibile. Articolo curato con maestria e sicuramente da stampare e rileggere comodamente seduti sul divano di casa. Un applauso alla redazione e in particolare ad Alien/Enzo per la sua collaborazione. Camperlife come detto già da qualcuno sta oltrepassando l'idea del classico sito per camperisti e sta diventando un mezzo di informazione che spazia a più livelli. Complimenti ancora a tutti. BRAVI.
16
Dic
curaro
grazie ancora una volta
16
Dic
maculani
Sinceramente: complimenti. Dare queste ed altre informazioni soprattutto così complete ed articolate a costo ZERO per il lettore è un fatto senza precedenti, Maculani.
16
Dic
haiede
Grazie Enzo, molto utili le info anche perchè non è cha la capitale sia prolissa di notizie sui mezzi e la sua mobilità. Dodo
16
Dic
alien
grazie per gli apprezzamenti, da parte mia ringrazio Rubino che mi ha dato una mano nella ricerca dei collegamenti di superficie e dei treni della metropolitana oltre che delle possibilità di sosta. Devo ringraziare anche chi ci ha chiesto informazioni per una breve gita a Roma... è stato lo spunto per realizzare le due paginette di informazioni, che speriamo siano utili a tutti voi...
16
Dic
marzia055
Che dire GRAZIE, ottima guida, ricca di tante utili notizie, è stato un piacere leggerla, ora sarà mia premura stamparla.
17
Dic
Roussillon
Mi associo ai complimenti dei miei colleghi camperisti. Effettivamente un ottimo lavoro. Mi ha fatto venire la voglia di partire. Perchè non organizzare uno dei prossimi raduni di CL a Roma?
17
Dic
 
 
 
Footer Image
HOME | CHI SIAMO | CONTATTA LA REDAZIONE | PARTNERS | REGISTRATI | FAQ | CAMPER
 
RSS: Aree di Sosta | Notizie ed Aggiornamenti | Download | Forum
SERVIZI: Store on line | Sottoscrizione Tessera Camperlife | Lista Convenzioni | Mercatino| Noleggio Camper

Privacy| Mappa del sito

©2008-2012 Camperlife.it | P.I.06551220962
E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica